Il Convegno a Gaeta. Un incontro fuori dal rituale che, più che di fatti e situazioni, tratti delle strategie da adottare per combattere le nuove mafie su un territorio ormai invaso, come ha dimostrato il “caso Fondi”

IL CONVEGNO A GAETA: PIU’ CHE UN INCONTRO DI NARRAZIONE DI FATTI E SITUAZIONI VUOLE ESSERE UN CONFRONTO SUL “MODO” DI AFFRONTARE LE VARIE E NUOVE MAFIE

Più che un incontro di narrazione di fatti e situazioni, vuole essere un confronto sul “modo” come affrontare le varie e nuove mafie.

Un incontro, quindi, “altro” ed “alto”, che veda la partecipazione non tanto di esponenti politici (inviteremo, fra i relatori, solamente qualche componente della Commissione Parlamentare Antimafia), quanto, soprattutto, di Magistrati, vertici delle forze dell’ordine e di qualche giornalista d’inchiesta.

Un incontro che si svolge a Gaeta, nel cuore del regno della camorra.

I fatti di Fondi, a pochi chilometri di distanza da Gaeta, ci hanno indotto ad una scelta finalizzata a concentrare i nostri sforzi su un territorio che sta sfuggendo al controllo dello Stato fondato dai nostri padri costituenti.

Il tema è complesso e volutamente impegnativo “Le mafie nel Lazio. Mutazioni e nuove strategie di contrasto”.

Archivi