Il comunicato conclusivo congiunto UNADIR-Associazione Caponnetto dopo la sentenza della Corte Costituzionale sulla vicenda della trattativa Stato-mafia‏.

COMUNICATO CONGIUNTO UNADIR – ASSOCIAZIONE CAPONNETTO

Lo Stato siamo noi. E’ venuto il momento di processare quanti ostacolano l’accertamento della verità. Sono stati sacrificati onesti servitori dello Stato, giornalisti, quanti si sono impegnati per far emergere le illegalità e che sono stati schiacciati da ricostruzioni di fatti distorti proprio per coprire le verità.

Da chi tutte queste persone sono state sacrificate? Dalla mafia?

E’ aperta una campagna di sottoscrizione di firme da parte di tutti coloro che si sentono con noi parte dello Stato di diritto.

Lanciamo un appello all’Unione Europea affinché si renda parte attiva per l’avvio di un processo di moralizzazione all’interno di questo Paese verificando il corretto operato a qualunque livello soprattutto ai più alti livelli per rimuovere quel blocco di resistenze create ed inventate per impedire l’affermazione della verità.

E’ un diritto di tutti ma in modo particolare delle vittime innocenti, denunciare quanti si arrogano il diritto di negarci l’accertamento delle trame oscure che hanno regnato indisturbate e che continuano ad ingannare il Popolo. Occorre oggi più che mai smascherarli tutti e far affiorare le verità nascoste e dissimulate.

Chiunque – enti, associazioni, singoli politici , amministratori onesti, liberi cittadini – si identifica in questa iniziativa è chiamato ad aderire ad essa oggi e solo oggi senza concedere neppure un attimo in più ai mistificatori della realtà, scardinatori della solidità delle Istituzioni.

OGGI E SOLO OGGI O MAI PIU’ PER NON SPROFONDARE NELLE SABBIE MOBILI DEL MALAFFARE E DEI MISTIFICATORI. CORAGGIO E FERMEZZA CI ANIMINO IN QUESTO MOMENTO BUIO DEL NOSTRO PAESE.

Fuori i corrotti, i politici collusi, le figure istituzionali che non sono più degne di rappresentare la nostra Italia, l’Italia degli onesti, l’Italia democratica.

Anche a quei leader politici che si identificano gli italiani onesti chiediamo la sottoscrizione del presente appello. Non compartimenti stagni ma un blocco unico, coeso e determinato per far avanzare la giusta e sacrosanta pretesa.

Coraggio e forza ci determino per l’affermazione della legalità, fuori da ogni esitazione, fuori dalle ambiguità e da ogni sospetto di contiguità e/o di collusione con le tante mafie che infestano e soffocano il Paese , a vantaggio delle certezze, per il bene di ciascuno di noi e delle generazioni future, per far sì che il nostro diventi un Paese degno di essere democratico, per l’affermazione dei diritti e delle libertà di espressione delle proprie idee, nel pieno rispetto dei dettami costituzionali.

Noi e solo noi siamo lo Stato e ne rivendichiamo la legittima appartenenza.

LE SEGRETERIE NAZIONALI DELL’UNADIR E DELL’ASS.CAPONNETTO

Archivi