Il “caso” di Gaetano Cici, l’imprenditore di Tuscania, in provincia di Viterbo, che è rimasto vittima di comportamenti poco trasparenti che coinvolgerebbero pezzi di apparati pubblici della Repubblica di San Marino e del nostro Paese, è noto ormai a tutti i nostri amici in quanto ce ne stiamo occupando da anni. Con questa lettera, inviata anche all’Associazione Caponnetto, Cici parla di gravi atti intimidatori da lui subiti a seguito delle sue continue denunce ed accusa la Prefettura di Viterbo di non aver dedicato al suo “caso” la necessaria attenzione. Sono anni che questo “caso” si sta trascinando senza una soluzione. Pertanto, invitiamo il Ministro dell’Interno a disporre un’inchiesta tendente a verificare se la Prefettura di Viterbo abbia fatto o meno quanto dovuto.

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.