I vertici istituzionali e politici viterbesi, fatta qualche eccezione, hanno sempre negato la presenza ed il radicamento delle mafie nella Tuscia. Una forte denuncia, invece, della presenza mafiosa e della probabile contaminazione di alcuni apparati amministrativi è stata, oltre che da noi, dall’ex magistrato Ferdinando Imposimato. Rcecentemente anche un giornalista viterbese – Daniele Camilli- ha pubblicato un libro-inchiesta sulle mafie a Viterbo. Dopo questa operazione delle DDA e DIA di Napoli (ma che fa la DDA di Roma?), siamo curiosi di conoscere il parere della Prefettura di Viterbo che finora non ha di certo brillato sul piano dell’azione di contrasto delle mafie. Il nuovo Ministro dell’Interno Cancellieri perchè non dispone un’inchiesta su quella Prefettura il cui impianto andrebbe, secondo noi, tutto cambiato???

Articoli tratti da varie testate:

Leggi il primo articolo de Il nuovo corriere viterbese

Leggi il secondo articolo de Il nuovo corriere viterbese

Leggi il primo articolo de Il messaggero

Leggi il secondo articolo de Il messaggero

Archivi