I Testimoni di Giustizia

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – Questa mattina il Senato ha discusso tre relazioni prodotte dalla Commissione Antimafia: quella sul semestre europeo di presidenza italiana, quella sul codice di autoregolamentazione dei partiti, quella sui Testimoni di Giustizia. La discussione si e’ conclusa con la votazione di una risoluzione, con voto unanime, che impegna il Governo ad assumere le conclusioni delle relazioni sul semestre europeo e sui testimoni di giustizia. Le risoluzioni impegnano il Governo a intraprendere ogni iniziativa utile per risolvere le questioni evidenziate nella relazione riguardante la lotta alla criminalita’ mafiosa su base europea e nella relazione riguardante il sistema di protezione dei testimoni di giustizia. “Il fatto che la risoluzione riguardi anche i testimoni di giustizia e’ per me, che ho coordinato i lavori del V Comitato della Commissione Antimafia proprio su questo argomento, molto importante: sia perche’ la vita di molti testimoni di giustizia e’ quotidianamente segnata dalla inadeguatezza del sistema tutorio, sia perche’ ad oggi e’ mancata una qualunque reazione da parte del Ministro dell’Interno Alfano alla relazione approvata in Commissione”, commenta Davide Mattiello, Pd, componente della Commissione Antimafia e coordinatore del V Comitato dell’Antimafia. “Auspico che anche la Camera possa presto approvare analoga risoluzione e che il Governo faccia proprie le proposte contenute nella relazione, garantendo da parte mia tutta la collaborazione del caso. I testimoni di giustizia sono “perle repubblicane” e come tali vanno trattate”.

Archivi