I testimoni di giustizia sono pronti a manifestare per i loro diritti.Pronti alla lotta.L’Associazione Caponnetto é con loro

Un altro governo si è  insediato ma restano i problemi per i testimoni di giustizia e le vittime del racket .

Ora la preoccupazione sarà su come e quando questo governo deciderà di nominare il Commissario Antiracket .
Come la nostra preoccupazione e ‘ su chi ricoprirà il ruolo di Vice ministro dell’ interno e il relativo ruolo di presidente della Commissione Centrale ex art.10 .
     Sappiamo che una commissione centrale senza Presidente non può deliberare .
Ora come già accaduto in passato abbiamo paura infatti tra il passaggio dal Governo Letta a quello Renzi ci fu’ un blocco di ben sette mesi dell’ operatività della Commissione Centrale ex art.10.
Alfano impiegò più di sette mesi per dare la delega al Vice Bubbico il tutto trasformatosi in un incubo e sofferenza per i testimoni di giustizia che in molti casi attendono da anni una delibera.
Adesso e ‘ tutto fermo e  per quanto tempo?
Confidiamo nel neo Ministro Minniti già in passato presidente della Commissione Centrale , un ministro che conosce bene la problematica di una commissione che  troppo spesso non riesce a smaltire il l carico di lavoro arretrato , ma dietro a tutto ciò c è  sofferenza , vite umane distrutte ,gente che ha dato la vita per la legalità e che troppo spesso viene umiliata dal silenzio di una politica che predica bene ma nel concreto non fa nulla.
L’esasperazione è tanta e ci sono tante vicende che restano appese ad una decisione .
Noi non siamo dei rivoluzionari ne dei “Masaniello”.
  Chiediamo solo i nostri diritti .
Il neo Ministro Minniti dovrebbe dare una immediata sterzata di rotta dando dimostrazione che lo Stato è vicino ai testimoni di giustizia e delle vittime di racket .
Una legge assunzioni che resta legge fantasma , una carta dei diritti mai attuata e una nuova legge che rimbalza tra le varie  commissioni .
Troppe chiacchiere troppe promesse ora i testimoni chiedono i loro diritti e uniti tra loro confluiranno in una unica voce determinata ad un tavolo d’incontro risolutivo.
I testimoni di giustizia sono pronti ad un sit-in permanente,questa volta andranno via solo se il Ministro Minniti saprà concretamente mettere in atto ciò che la legge prevede e che tristemente non viene attuata .
Questa è una battaglia per la legalità e nessuno si deve sentire escluso .Noi stimiamo l’uomo ed il politico Minniti  e la speranza è che in lui possiamo riconquistatare quella vita perduta per amore della giustizia .
Testimone di giustizia
Ciliberto Gemnaro
Archivi