I tentacoli della mafia garganica su Energas, caso finisce in Parlamento. “Motivo in più per fermare progetto”

I tentacoli della mafia garganica su Energas, caso finisce in Parlamento. “Motivo in più per fermare progetto”

Di Redazione 14 Marzo 2022 APERTURA

Il parlamentare di Manfredonia, Antonio Tasso: “Iniziativa obsoleta e interessi della criminalità. Ho segnalato le notizie a tutte le istituzioni interessate: Presidenza del Consiglio e ministri”

Torna in Parlamento il caso Energas. A portarlo, il deputato manfredoniano del Gruppo Misto, Antonio Tasso. “Tra non molto – ricorda l’onorevole -, il Consiglio dei Ministri dovrà decidere in merito alla realizzazione di un megadeposito di gpl nei pressi di Manfredonia, la mia città di residenza. Tralascio i dettagli di questo progetto, che sono stati ampiamente illustrati più volte nel corso di varie interrogazioni in Aula ed in Commissione”.

Ma è importante rimarcare – prosegue Tasso – che si tratta di un obsoleto ed anacronistico progetto di stoccaggio di gpl, che non è il tipo di gas che eventualmente servirebbe al nostro Paese, e che la collettività territoriale respinge decisamente, facendolo anche ufficialmente con un referendum. Ora, però, il punto drammatico è che, a parte la realizzazione della struttura – che richiede tempo e sarebbe funzionale tra alcuni anni e non prossimamente – da notizie pubblicate dal giornalista Francesco Pesante della testata ‘l’Immediato’, si apprende che dall’operazione ‘Omnia Nostra’, coordinata dall’antimafia ed eseguita dai carabinieri del Ros e dai Cacciatori di Puglia è emerso l’interesse della criminalità garganica verso questa commessa milionaria“.

Pertanto, oltre al rigetto della cittadinanza, all’inutilità sostanziale ed alla pericolosità dell’opera, ed a tanti altri motivi ostativi presentati più volte ai ministeri competenti, adesso abbiamo in campo anche l’interesse della criminalità del territorio che, come è noto, e pericolosamente ramificata e condizionante. Naturalmente – conclude Tasso -, ho segnalato le notizie in merito a tutte le istituzioni interessate: Presidenza del Consiglio ed i Ministri che dovranno decidere sul futuro di questo progetto”.

Fonte:https://immediato.net/2022/03/14/i-tentacoli-della-mafia-garganica-su-energas-caso-finisce-in-parlamento-motivo-in-piu-per-fermare-progetto/

Archivi