I ritardi di un’antimafia parolaia ed inconcludente, mentre le mafie continuano imperterrite ad impossessarsi dei territori.

I RITARDI DI UN’ANTIMAFIA INCONCLUDENTE E PAROLAIA

Una lettura attenta da parte dei soggetti informati ed intelligenti potrebbe portare alla configurazione di un piano altamente pericoloso.

Lo diciamo agli investigatori capaci e che hanno soprattutto la volontà di andare a fondo.

Nel basso Lazio –ma non solo – si stanno saldando gli interessi e le attività delle varie fazioni che fanno capo ai Casalesi.

Se, infatti, si identificano –stiamo ancora a questo, purtroppo! –i vari soggetti che aspirano ad accaparrarsi i lavori portuali, di trasporti ed altro, e si analizzano le identità dei reali referenti di costoro, quelli che non compariranno mai, si potrà salire molto ma molto in alto.

Occorrono acume e, soprattutto, volontà.

Chi sono?

Le nostre sono solo intuizioni, ma, forse, più che fondate.

Nomi non se ne possono fare, ovviamente, in pubblico, ma abbiamo fiducia in coloro che nelle istituzioni sono chiamati ad indagare.

Il gioco è pesante e grosso e gli interessi miliardari.

Qua è in gioco l’avvenire di territori vastissimi, dove la presenza camorristica è già asfissiante e dove lo Stato rischia di perdere definitivamente il controllo del territorio dopo la realizzazione di un imponente sistema portuale.

Un sistema che rivoluzionerà sicuramente tutto l’impianto economico non solo, ma anche sociale, culturale, politico e, quindi, istituzionale.

Vanno tenute d’occhio, pertanto, tutte le mosse che si stanno facendo non solo nel campo delle attività economiche, ma anche elettorali perché potrebbe verificarsi il rischio che queste vengano fatte anche in funzione di quelle…

Intelligenti pauca!

Archivi