I problemi della lotta alle mafie

IN UN PAESE FRA I PIU’ CORROTTI DEL MONDO COM’E’ l’ITALIA, COME HA DENUNCIATO LA CORTE DEI CONTI NELLA SUA ULTIMA RELAZIONE ANNUALE, QUALI SONO I PROBLEMI PER AFFRONTARE CON POSSIBILITA’ DI VITTORIA I PROBLEMI DELLA LOTTA ALLE MAFIE?

In un Paese, qual’è l’Italia, collocato ai primi posti della graduatoria mondiale quanto a corruzione, come giustamente ha denunciato il Procuratore Generale della Corte dei Conti nella sua ultima relazione annuale, quali sono i problemi che non consentono un’efficace azione di contrasto alle mafie?

Tentiamo di sintetizzarli:

  1. l’indifferenza e, diciamolo, la viltà di moltissimi cittadini che sanno e non denunciano, non collaborando con le forze dell’ordine e la magistratura e facendo propria la cultura del pecunia non olet;
  2. il “negazionismo” e la collusione con le mafie di coloro che, nella politica, nelle istituzioni e nelle professioni, negano l’esistenza del fenomeno mafioso;
  3. l’inadeguatezza delle risorse e dei mezzi messi a disposizione delle forze dell’ordine e della magistratura dai governi centrali, di destra e di sinistra;
  4. la mancanza di strategie adeguate di contrasto delle mafie di fronte ai mutamenti di queste che sono diventate la prima impresa del Paese;
  5. l’impreparazione di molti magistrati ed esponenti delle forze dell’ordine che continuano a vedere le mafie con un’ottica da ordine pubblico.
Archivi