I furti a Gaeta .Suvvia,cominciamo a volare più alto!!!!!!!!!!

I   FURTI A GAETA.

NE PARLANO TUTTI E NASCE UN CLIMA DI

“ALLARME SOCIALE”.

MA PERCHE’ NON SI PARLA ANCHE DI

CAPITALI SOSPETTI IN UN’AREA CHE E’

STATA DEFINITA ” PROVINCIA DI CASALE”

(DI PRINCIPE)?

 

 

 

Nasce e si espande  una situazione di “allarme sociale”

per una decina di furti ed un paio di rapine e non si

dice una sola parola su un’invasione di capitali

“sospetti” tutti provenienti da aree storicamente

roccaforti della criminalità organizzata.

Accade a Gaeta,nel sud pontino,area definita

“provincia di Casale”,dove settori di un’intera

economia,come l’edilizia , il commercio,la

ristorazione e così via hanno visto l’espulsione quasi

totale  dell’imprenditoria locale  e la sua sostituzione

con quella esterna.

Si vola basso,molto basso.

Il problema a Gaeta,come nell’intero sud pontino,non

é solamente di “ordine pubblico” ma,soprattutto,di

altra natura e riguarda l’immissione  nella sua

economia  di capitali sulla cui “provenienza”

bisognerebbe avviare  un’indagine rigorosa ad evitare

che si completi un processo di  espulsione di energie

locali con la conseguente metamorfosi non solo

dell’immagine ma anche della struttura

sociale,culturale,economica e politica  e,quindi, del

ruolo del territorio.

Non stigmatizziamo l’iniziativa assunta dal Prefetto di

Latina di riunire il Comitato Provinciale per la

Sicurezza e l’ordine pubblico per affrontare il

problema dei furti a Gaeta,anzi apprezziamo la

tempestività con la quale essa é stata assunta.

Ma quanto saremmo stati più contenti se si fosse colta

l’occasione per  collocare il problema dei furti in un

quadro più ampio,magari con la partecipazione anche

di un Magistrato della DDA e di qualche

rappresentante della DIA,gli unici in grado di proporre

visioni meno riduttive,se non devianti.

I furti,con l’arresto dei cinque-sei-venti delinquenti

che li compiono,finiscono,ma i capitali-se si tratta di

capitali “sporchi” ,totalmente o in parte,-,una volta

investiti,restano ed inquinano l’intera economia di una

città e di un territorio.

Suvvia,cominciamo a volare più in alto!!!!!!!!

Archivi