I due “modelli” dell’antimafia. Ognuno è obbligato a scegliere

Due “modelli” di “antimafia “ a confronto.

L’ANTIMAFIA DEVE AGGIORNARSI…
I DUE “MODELLI” A CONFRONTO: QUELLO DELLE CHIACCHIERE E L’ALTRO DEL FARE, IL RACCONTO E LE COMMEMORAZIONI CONTRO L’INDAGINE E LA DENUNCIA, NOMI E COGNOMI.
OGNUNO E’ MORALMENTE OBBLIGATO A SCEGLIERE

L’antimafia non deve essere statica, ferma, arretrata, ancorata a schemi vecchi, quando, al contrario, la mafia è mobile, tattica, pronta a cambiare strategie e tattiche ogni volta che i tempi lo impongano.
Prima, quando c’era un certo livello di benessere economico e la mafia era costituita in gran parte da gente ignorante, incolta, si diceva che essa
aveva più paura della cultura, della scuola, che non delle manette e delle leggi repressive.
Oggi i tempi sono cambiati, non c’è più benessere, non c’è lavoro, c’è miseria e la mafia è costituita in maggioranza da gente colta, da professionisti che hanno studiato e si sono formati nelle migliori università del mondo.
Gente corrotta e pronta a vendersi l’anima e la famiglia pur di accumulare quattrini, fare business.
L’antimafia deve prendere atto della realtà ed ammodernarsi anch’essa per combattere quanto meno ad armi pari.
Altrimenti è tutta aria fritta, fuffa!!!. Ci sono due “modelli” di “antimafia” a confronto: la prima NARRATIVA E COMMEMORATIVA, QUELLA DEL “GIORNO DOPO”, LA SECONDA OPERATIVA, QUELLA DEL “GIORNO PRIMA”. LA VERA ANTIMAFIA E’ QUELLA CHE PRECEDE LA MAFIA NON FACENDOLA INSEDIARE PERCHE’ QUANDO ESSA E’ GIA INSEDIATA E’ DIFFICILE FARLA SLOGGIARE. CON IL SUO POTERE CORRUTTIVO ESSA NON SI FA PIU’ CACCIARE. ECCO PERCHE’ LA VERA ANTIMAFIA NON E’ ALLINEATA CON NESSUNO, NON VUOLE ACCORDI E COMPROMESSI CON LE ISTITUZIONI ED I PARTITI. E’ LIBERA DA TUTTO E DA TUTTI. E COMBATTE NON CON IL RACCONTO E LE COMMEMORAZIONI MA CON L’INDAGINE E LA DENUNCIA. NOMI E COGNOMI. COME FA L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO. Certa antimafia, quando è ideologica, è molto pericolosa. Altro grande regalo alla mafia.

Archivi