I 20 ARRESTI. Il mistero di una villa a Capri, case a Gaeta e bonifici milionari in Svizzera per il collegio dove studiavano le figlie del sindaco Cappello. Indagini in corso per… Ed appare anche in questa vicenda Gaeta !!!

I 20 ARRESTI. Il mistero di una villa a Capri, case a Gaeta e bonifici milionari in Svizzera per il collegio dove studiavano le figlie del sindaco Cappello. Indagini in corso per…

PIEDIMONTE MATESE – Nelle 576 pagine dell’ordinanza a firma del Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Ivana Salvatore, mediante la quale sono stati eseguiti  ben 20 arresti tra politici, sindaci, e imprenditori del comparto rifiuti dell’alto casertano, c’è anche un paragrafo dedicato all’analitica ricerca di prove da parte degli inquirenti sulle cosiddette presunte “utilità” concesse ad esponenti politici del Comune di Piedimonte Matese che come contraltare avrebbero garantito l’aggiudicazione degli appalti. In tale frangente i pm della procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno tentato di ricostruire lo stile di vita degli amministratori comunali matesini in relazione alle modalità di aggiudicazione di alcune commesse pubbliche da parte della Termotetti. E così in base alle dichiarazioni raccolte dai magistrati, che hanno passato al setaccio eventuali conoscenze dei fatti esplicitati da imprenditori e funzionari pubblici, ecco che i pm hanno tentato di ricostruire anche un giro di bonifici effettuati dal sindaco di Piedimonte Matese verso la Svizzera, nonché verificare alcune voci relative l’acquisto di una villa o di alcune case a Capri.

In calce pubblichiamo uno stralcio dell’ordinanza, in cui il Gip pone in evidenza non solo le dichiarazioni rese sul conto de sindaco Cappello, ma anche dei riscontri effettuati dalla Procura.

In base a quanto emerge dai fatti esposti e dalla testimonianza di Maddalena della Paolera viene tirato in ballo il pagamento di alcune rette in un collegio svizzero per gli studi delle due figlie di Enzo Cappello. Il tutto effettuato negli anni che vanno dal 2009 al 2014. Si parla di quote da 15.000 euro al mese….

Poi c’è la vicenda misteriosa della villa ad Anacapri-Capri. Al riguardo sarebbero ancora in corso delle indagini, in quanto si intende comprendere se tale abitazione rientra tra quelle presunte “utilità” che Luigi Imperadore avrebbe concesso al sindaco di Piedimonte Matese.

Fatto sta, dalle testimonianze raccolte anche a seguito di alcuni lavori effettuati e dai fatti ricostruiti dalla magistratura, un villino ad Anacapri apparterrebbe a Gianni Terreri, amico strettissimo di Enzo Cappelo.  Nel contempo si parla anche di appartamenti adiacenti e villini a Gaeta.

Red.Cro.


Archivi