GUIDONIA: IN MANETTE IL SINDACO ELIGIO RUBEIS

 

immagine
Le accuse riguarderebbero presunti scambi di favori e assunzioni facili.

di Ivan Galea

Guidonia (RM) –  Manette per il sindaco di Guidonia Eligio Rubeis con l’accusa di corruzione e abuso d’ufficio. L’ordine di arresto è partito dalla Procura della Repubblica di Tivoli. Le indagini portate avanti dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato sono durate circa 9 mesi.

A emettere dare corso al dispositivo del Gip il Corpo Forestale dello Stato che alle prime luci dell’alba di lunedì 20 luglio 2015 ha dato inizio all’operazione. Per il primo cittadino sono stati disposti gli arresti domiciliari. Circa 50 appartenenti al Corpo Forestale dello Stato stanno eseguendo perquisizioni sia in Comune che nella struttura sanitaria Italian Hospital Group – IHG. Coinvolto anche il direttore generale della struttura. Le accuse riguarderebbero presunti scambi di favori e assunzioni facili.

Eligio Rubeis cinquantunenne, attuale sindaco di Guidonia è nato a Borgorose, un piccolo centro in provincia di Rieti. Eligio Rubeis è laureato presso l’università La Sapienza di Roma ed è uno dei più apprezzati architetti della zona. Nel 2002 diventa assessore ai lavori pubblici del Comune di Guidonia, città di cui diviene primo cittadino nel giugno 2009 e riconfermato al ballottaggio del 2014 con il 56,19% delle preferenze contro il candidato Domenico De Vincenzi.

Archivi