gnazio Cutrò eletto Presidente onorario dell’Associazione Caponnetto. Fra poco pubblicheremo in Video tutti gli interventi durante la bella manifestazione di Bivona (Agrigento) alla quale abbiamo partecipato noi e, fra gli altri, il Procuratore aggiunto della DDA di Palermo Vittorio Teresi, il figlio di Beppe Alfano, Benny Colasanzio Borsellino ecc.

L’’imprenditore antiracket di Bivona, Ignazio Cutrò, nominato presidente onorario dell’Associazione regionale del Lazio “Antonino Caponnetto”.

“Un riconoscimento, pur modesto rispetto alle dimensioni dell’impegno profuso, del contributo prezioso dato e che continua a dare quotidianamente alla lotta contro le mafie in Sicilia e nel Paese da Ignazio Cutrò e, al contempo, uno stimolo alle Istituzioni a stargli più vicine di quanto non lo siano state finora”, spiega in una nota il segretario dell’associazione Elvio Di Cesare.

“Un riconoscimento, peraltro, dell’alto tributo da lui pagato, tributo che egli continua a pagare, non riconosciuto appieno, purtroppo, né dalle Istituzioni stesse – sostiene Di Cesare – né da tutti i cittadini non mafiosi.

Questo il profondo significato delle decisioni assunte dall’Assemblea generale degli iscritti all’Associazione regionale del Lazio “A. Caponnetto” relativamente alla nomina di Ignazio Cutrò quale proprio Presidente onorario.

L’Associazione “A. Caponnetto” non si è limitata, però, ad eleggere Ignazio Cutrò suo Presidente onorario, ma, oltre a ciò, ha inteso, per cementare i rapporti fraterni con la sua Associazione “Libere Terre”, stipulare un patto ufficiale di collaborazione e di mutua assistenza, patto, in virtù del quale, le due Associazioni “A. Caponnetto” e “Libere Terre” da oggi in avanti – conclude Di Cesare – opereranno congiuntamente sui piani regionali e nazionale”.

(Tratto da Comunicalo)

Archivi