.Gli incresciosi incidenti verificatisi ieri in Chiesa a Sperlonga durante la Messa per la morte del caro Benito Di Fazio.Non ci aspettavamo francamente quelle parole del Parroco !

PALLOTTOLE E FIAMME NEL SUD PONTINO.L’ELENCO DEGLI ATTENTATI NON FINISCE MAI.LA PROVINCIA DI LATINA ED IL BASSO LAZIO SOTTO IL TALLONE DI CAMORRA,NDRANGHETA E COSA NOSTRA,PER NON PARLARE DEI POLITICI CORROTTI E COLLUSI E DI QUANTI IN MALA FEDE NEGANO LA REALTA’ DA CUI QUEI TERRITORI SONO AFFLITTI. IERI,ALLA MESSA FUNEBRE PER L’AMICO CARISSIMO BENITO DI FAZIO A SPERLONGA,IN PROVINCIA DI LATINA,ABBIAMO ASSISTITO AD UNO SPETTACOLO CHE CI HA LASCIATI SCONVOLTI.LA FAMIGLIA E GLI AMICI DI BENITO AVEVANO INCARICATO NICOLA REALE DI RIVOLGERE,ALLA FINE DELLA MESSA,UN BREVE, ULTIMO SALUTO A BENITO.UN SALUTO CHE,OVVIAMENTE,NON POTEVA PRESCINDERE DALLA FIGURA DI BENITO,DAL SUO IMPEGNO PUBBLICO E DI MILITANTE E DIRIGENTE DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO CONTRO LE ILLEGALITA’ E LE MAFIE. E,IN VIRTU’ DI QUESTO IMPEGNO DI BENITO ,REALE NON POTEVA NON CITARE NEL SUO INTERVENTO DI 7-8 MINUTI, CONCORDATO CON LA FAMIGLIA DI FAZIO E CON I SUOI AMICI,LA SCRITTA MINACCIOSA E DI CHIARO STAMPO MAFIOSO,APPARSA APPENA POCHI MESI FA SULLA FACCIATA DEL PORTONE DI CASA SUA. ORBENE,DOPO TALE INTERVENTO DI REALE,IL PARROCO HA RIPRESO LA PAROLA CENSURANDO DURAMENTE LE PAROLE DI REALE E DISSOCIANDOSI DAL CONTENUTO DEL SUO INTERVENTO. TALE SUA POSIZIONE CI HA RIVELATO UN’IMMAGINE DELLA CHIESA PONTINA SCHIERATA DALLA PARTE DI QUELLA PARTE POLITICA CHE NEGA LA REALTA’ ED E’ OGGETTIVAMENTE ALLEATA DELLE MAFIE. E’ SEGUITO LO SCONCERTO DI GRAN PARTE DELLE CENTINAIA DI PRESENTI CHE CON URLA HANNO CONDANNATO LA POSIZIONE ASSURDA ASSUNTA DAL PARROCO.UNO SPETTACOLO SCONCERTANTE CHE HA SOLLEVATO LO SDEGNO DI QUEI CATTOLICI,COME CHI SCRIVE, CHE MAI SI SAREBBERO ASPETTATI UNA DICHIARAZIONE PUBBLICA DURANTE UNA CERIMONIA FUNEBRE ED IN CHIESA DA PARTE DI UN PARROCO. DA CATTOLICO E NELLA SUA VESTE DI SEGRETARIO NAZIONALE DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO ,CHI SCRIVE,NEL SEGNALARE ALL’ARCIVESCOVO DI GAETA QUESTO FATTO INCRESCIOSO E DOLOROSO CHE LEDE LA STESSA IMMAGINE DELLA CHIESA DI CRISTO ,OLTRE A QUELLA DI BENITO,GLI CHIEDE UFFICIALMENTE UNA SCONFESSIONE PUBBLICA DELLA CURIA E LA RIMOZIONE ED IL TRASFERIMENTO DI QUEL PARROCO IN ALTRA SEDE E CON BEN ALTRO INCARICO. DR.ELVIO DI CESARE,SEGRETARIO NAZIONALE DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO ( PRESENTE ALLA CERIMONIA FUNEBRE)
Archivi