Gli attentati di Monte San Biagio sono dovuti a “fatti personali” secondo il V. Sindaco

MONTE SAN BIAGIO. “PRESUNTI ATTENTATI” “PENSO CHE SI TRATTI PIU’ DI QUESTIONI PERSONALI CHE DI EPISODI LEGATI AD ADLTRI TIPI DI INDAGINI COME DAMASCO”, HA DICHIARATO IL VICE SINDACO.

Testuali parole del vice sindaco di Monte San Biagio pronunciate in una dichiarazione al cronista del quotidiano “Latina Oggi”.

A parte il significato lesivo dell’onorabilità di tutte le vittime dei “ presunti” attentati in quanto esse lasciano supporre che gli autori, o quanto meno i mandanti, vanno ricercati fra queste, quello che lascia sconcertati è l’estrema superficialità con la quale si propone una chiave di lettura all’opinione pubblica.

Non sapevamo che il vice sindaco di Monte San Biagio fosse dotato di capacità investigative superiori a quelle delle forze dell’ordine. Bene a sapersi, soprattutto da chi, come noi, va sempre alla ricerca di notizie relative al tema della criminalità.

Emerge ancora una volta la tendenza ad una sconcertante minimizzazione del significato dei fatti delittuosi su questo territorio.

In altra nota e per altra situazione abbiamo parlato stamane dei “professionisti della rimozione”, una casta che stenta a tacere, anche di fronte alla realtà drammatica in cui ci troviamo.

Due anni fa il suo Sindaco giunse a metterci in ridicolo durante un’assemblea pubblica perché noi osammo denunciare la gravità della situazione e l’indifferenza delle istituzioni locali.

Ora sentiamo la stessa musica dal suo vice.

Sarebbero “presunti” attentati dovuti a “fatti personali”!

Veramente sconcertante un tale comportamento!

Ieri un altro personaggio politico del territorio, parlando di Fondi, ha detto che… “tutto va bene”!

Il commento lo lasciamo ai lettori.

Archivi