Gli affari delle mafie.Operazione della Mobile a Roma contro il racket della prostituzione

BRILLANTE OPERAZIONE DELLA MOBILE DI ROMA SUL RACKET DELLA PROSTITUZIONE A ROMA DALL’AMERICA LATINA

PROSTITUZIONE: RAGAZZE DAL SUD AMERICA E CARAIBI NOVE ARRESTI

Roma, 15 apr. – Sono nove in tutto, quattro uomini e cinque donne, le persone arrestate dagli agenti della squadra mobile di Roma, diretti da Vittorio Rizzi, al termine di un’operazione che ha scoperto un giro di prostituzione e lo sfruttamento di giovani ragazze provenienti perlopiu’ dal Sud America e dalla zona caraibica. Le ragazze giunte in Italia iniziavano a lavorare come spogliarelliste in locali di lap-dance e successivamente venivano avviate alla prostituzione in appartamenti presi in affitto sia a Roma che in altre citta’ del centro e nord Italia. Gli agenti della sezione antiprostituzione della mobile guidati da Maurilio Grasso, dopo alcuni mesi di indagine, sono riusciti a individuare tutti i componenti del gruppo sequestrando 14 appartamenti solo nella capitale. Gli appartamenti erano stati presi in affitto in diversi quartieri di Roma. Le ragazze rimanevano nelle case per almeno un paio di settimane e poi venivano spostate in altri alloggi. Secondo quanto accertato dagli investigatori ogni ragazza riusciva a guadagnare almeno mille euro al giorno e il 50 per cento veniva versato agli sfruttatori. In tutto sono state identificate una trentina di ragazze perlopiu’ originarie dell’Ecuador e di Cuba. Nel corso delle indagini sono stati identificati decine di clienti.

(Tratto da AGI)

Archivi