Gaeta / E all’improvviso spunta un’offerta per il multipiano Villa delle Sirene,:consegnata un’offerta da una ditta campana.Tutto quello che ha detto il Sindaco in Consiglio Comunale non conta più???????

di  Antonio Gioia, Lunedì 4 maggio 2015

GAETA – Consegnata un’offerta per il multipiano di Villa delle Sirene. Mercoledì 29, durante un consiglio comunale in notturna, il sindaco Cosmo Mitrano ha dichiarato decaduto il bando del parcheggio multipiano interrato di villa delle sirene. La mattina dopo, pochi minuti prima della chiusura del bando e degli uffici comunali per la festività del primo maggio, una ditta, secondo indiscrezioni di provenienza campana, ha presentato la propria offerta economica, gettando nella massima confusione gli uffici comunali.

L’epilogo, piuttosto grottesco, avvenuto proprio mentre erano in corso nell’aula consiliare i preparativi per il commiato del dipendente Antonio Zangrillo Gallinaro, storico dirigente del comune di Gaeta, fa sorgere diversi interrogativi. Perchè una ditta dovrebbe presentare una offerta la cui preparazione è piuttosto onerosa, se il bando a cui partecipa è già decaduto? E perché il comune dovrebbe accettarla? Nel suo intervento in consiglio, suggellato in un successivo comunicato stampa, il sindaco aveva dichiarato che il bando era già decaduto il 17 aprile perché, entro l’orario previsto, nessuno aveva contattato i tecnici comunali per effettuare un sopralluogo sul futuro cantiere.

Dunque il sopralluogo sarebbe stato condizione imprescindibile dato che l’attestato relativo andava poi inserito nella busta da consegnare presso gli uffici comunali pena l’invalidazione della partecipazione alla gara (articolo 5 del disciplinare di Gara). Particolare che i consiglieri di opposizione, in particolare Antonio Raimondi e Giuseppe Matarazzo, avrebbero voluto fosse attestato dal dirigente Fusco, assente invece dalla seduta. Ma la ditta, quel sopralluogo potrebbe anche averlo certificato. In effetti il bando contiene tra gli allegati lo studio di fattibilità, ma assegna alla ditta vincitrice il progetto esecutivo.

Lasciando aperto anche l’interrogativo se, in questo caso, un sopralluogo autocertificato sia ugualmente valido. Difficile dare una risposta perchè il bando è sparito dalla sezione avvisi dell’albo pretorio, mentre cliccando nella sezione delibere di giunta si perviene al risultato “file not found”. Nella sezione trasparenza invece il bando non c’è mai stato. Si attende pertanto che venga pubblicato l’esito della gara. Comunque ad oggi non ci sono nell’albo pretorio comunicazioni del dirigente o ordinanze sindacali che attestino la decadenza del bando.

Per quanto riguarda i consiglieri comunali invece, la volontà espressa in consiglio comunale è chiara. Nel deliberato emendato è stato espunto il termine “revoca”, ma è scritto a chiare lettere che la presentazione di qualunque tipo di parcheggi deve comunque sottostare all’approvazione della variazione preventiva da parte del consiglio comunale del piano del traffico e dei parcheggi.

fonte.www.temporeale.info

Archivi