Gaeta: compravendite immobiliari e locazioni estive. Sta arrivando di tutto dalla Campania: persone perbene e delinquenti!

ARRIVA DI TUTTO FRA I TURISTI PROVENIENTI DALLA CAMPANIA. RABBIA DEI COMMERCIANTI LOCALI

Se c’è qualche mascalzone che vuole per forza intravedere nelle nostre posizioni una sorta di razzismo la smetta prima di cominciare.

Noi non ce l’abbiamo con i “napoletani” o con i “casertani” in quanto tali perché siamo i primi ad ammettere che ci sono “napoletani “ e “casertani” e “napoletani “ e “casertani“: persone perbene e delinquenti.

Non tocca a noi individuare ed eventualmente perseguire questi ultimi.

Ma è probabile che fra i tanti turisti campani giunti a Gaeta e nelle altre città del sud pontino di delinquenti e camorristi ce ne siano.

Abbiamo raccolto le confidenze di qualche commerciante gaetano che ci ha raccontato storie, sul cmportamento di qualche turista campano con il quale ha avuto la disavventura di incontrarsi, da far rabbrividire.

Il discorso è sempre lo stesso, però.

La responsabilità maggiore del peggioramento della qualità del turismo nel Golfo è sempre degli abitanti di Gaeta e della altre città rivierasche.

Se, infatti, i cittadini di queste città, prima di concedere in locazione appartamenti e garage, stessero più attenti, certa gente eviterebbe di venire dalle nostre parti. Ma, purtroppo, continua a vigere il principio del pecunia non olet. Nelle compravendite, come nelle locazioni. Ecco, poi, le conseguenze!

Non suggeriamo di chiedere il certificato penale alle persone, per carità, ma certe cose si capiscono ad occhio.

La Guardia di Finanza ed i Vigili Urbani di Gaeta –e delle altre città vicine- intanto, perché non cominciano a dare un’occhiata a tutto il settore delle locazione estive in modo da costringere i cittadini che affittano gli appartamenti ed i garage ad essere più oculati ed a pagare le tasse?

Archivi