Fuoco nel quadrilatero Fondi-Monte San Biagio-Lenola e Sperlonga, un territorio a radicata presenza mafiosa. Intervengano Procura e Prefettura di Latina

FONDI-LENOLA-MONTE SAN BIAGIO-SPERLONGA: UN QUADRILATERO DI FUOCO MAI VERIFICATOSI IN PASSATO CON TALE INTENSITA’. CHI C’E’ DIETRO?

Mai verificatosi in passato con tali intensità e violenza.

Un intero territorio brucia e non è possibile che si tratti di singoli criminali.

La configurazione e l’importanza delle aree bruciate lasciano sospettare che ci troviamo di fronte ad un vero e proprio progetto di devastazione, per, poi, approfittarne ai fini di un assalto del cemento.

Si tratta di un territorio a radicata presenza mafiosa e non è escluso che proprio le mafie stiano dietro questi incendi devastanti.

A questo punto chiediamo due cose:

1) alla Prefettura di Latina perché intervenga subito per far inserire le aree colpite nella mappa di quelle percorse dal fuoco, in modo da fugare il pericolo che fra poco vediamo sorgere lottizzazioni edilizie e quant’altro;

2) alla Procura della Repubblica di Latina di disporre l’intervento dei Carabinieri del ROS e della DIA per individuare e punire i responsabili.

Archivi