Frosinone: interrogativi del Forum dei Diritti dei Cittadini sui costi del Multipiano

A pochi giorni dall’inaugurazione del multipiano di viale Mazzini (il taglio del nastro è previsto per il 27) il neo costituito forum “Diritti dei Cittadini” ha presentato due esposti alla Procura e alla Guardia di Finanza per accertare eventuali responsabilità, anche di natura penale, sui lavori eseguiti. Pesanti gli interrogativi sollevati da Severo Lutrario e da altri aderenti al Forum.
Ieri mattina è stato presentato un dossier in cui ripercorrono tutta la storia di quest’opera pubblica fin dalla presentazione del primo progetto dell’aprile 1979. «Vogliamo sapere – dichiara Lutrario – perché se nel 2001 il Multipiano era completato per il 90% e occorreva un milione di euro per il suo completamento è stato poi approvato un project financing e un costo dichiarato superiore del 456%? E che fine hanno fatto gli 853 mila euro della Cassa depositi e prestiti e i 170 mila della penale dell’impresa Di Stasio?».
Il Forum ricorda quando la giunta Marzi affermò che l’aumento dei costi era dovuto ai gravissimi errori progettuali. «Eppure l’opera – dichiara Lutrario – non ha subito modifiche strutturali, per questo vorremmo sapere come si giustificano i 4,5 milioni di euro spesi. Anche perché le spese certe sono il milione di euro previsto per il completamento, i 200 mila euro per il monta-auto e i 700 mila euro per il tapis roulant. Mancano all’appello 2,6 milioni».
Il forum ha chiesto ufficialmente un incontro con i capigruppo in consiglio comunale e sollecita Procura e Guardia di Finanza a valutare i fatti. «Quello che vogliamo dimostrare – conclude Lutrario – è che questo project è un forte danno alla cittadinanza perché intanto include non solo il parcheggio ma soprattutto le strisce blu cittadine dove i frusinati sono comunque costretti a sostare».
«Ma condanniamo anche l’amministrazione comunale – insiste Lutrario – che ha approfittato di ciò con la scusante di evitare confusioni per aumentare i costi dei parcheggi a pagamento del 40%».
E’ lungo l’elenco dei dubbi sollevati dal forum. «Vorremmo anche sapere perché i cittadini devono pagare un simile conto per 30 anni quando il Comune avrebbe potuto completare l’opera con un milione di euro e si sarebbe potuto rifare delle spese in appena due anni di gestione a pagamento del parcheggio e delle strisce blu? Ecco perché vogliamo un resoconto dettagliato e documentato di tutte le spese realizzate».

Gianpaolo Russo

(Tratto da Il Messaggero)

Archivi