Formia / Il Comune blocca i pagamenti per la DR Costruzioni, parte la diffida

Formia / Il Comune blocca i pagamenti per la DR Costruzioni, parte la diffida

5 ottobre 2018

di Saverio Forte

FORMIA – E’ arrivata anche a Formia, dopo Gaeta, l’onda lunga di “Tiberio 2”, l’inchiesta promossa dal sostituto procuratore Valerio De Luca culminata con gli arresti di Pietro e Francesco Ruggieri, gli imprenditori della “DR Costruzioni” di Formia accusati di aver tentato di corrompere l’ex dirigente del settore tecnico del comune di Sperlonga e dell’ufficio scuola della Provincia pur di vincere un maxi ribasso d’asta due appalti per l’ampliamento di una scuola a Sperlonga e per la realizzazione di una tensostruttura a Gaeta. Dopo una specifica nota del neo segretario generale del comune Alessandro Izzi, il comune di Formia ha sospeso il pagamento della prima tranche in acconto dei lavori di manutenzione, ordinaria e straordinaria, di alcune scuole di Formia eseguiti proprio dalla “DR Costruzioni”.

Quest’iniziativa del Comune è stata definita “del tutto arbitraria” dai legali dell’impresa che nella giornata di giovedì hanno protocollato una messa in mora nei confronti del settore Opere pubbliche del comune, invitato entro i prossimi quindi giorni ad onorare una fattura che, presentata lo scorso luglio, sarebbe dovuto essere liquidata. Si tratta di lavori eseguiti, contabilizzati e considerati regolari che, qualora non dovessero essere riconosciuti sul piano economico, potrebbero procurare un aggravio di spese e, dunque, un chiaro danno erariale per il comune di Formia. Il suo comportamento – si legge in una nota – non è giustificato e sta esponendo economicamente la società vittima di una gogna mediatica”. Per la ‘DR Costruzioni’ “non bisogna confondere la prevenzione con la demagogia”.

Nel mirino è finito, dunque, il neo segretario generale Izzi che, in qualità di responsabile dell’anti-corruzione, in una lettera inviata al dirigente della ripartizione tecnica Domenico Di Russo (che è anche il responsabile dell’avvocatura comunale), aveva chiesto di conoscere e di verificare i lavori affidati alla “Dr Costruzioni”, monitorando i contratti di gara e l’esecuzione delle stesse opere anche nel caso in cui queste siano state realizzate e collaudate. “Quest’azione di verifica deve riguardare – scriveva il dottor Izzi – gli affidamenti “eventualmente disposti” a favore della “DR Costruzioni” con particolare riferimento all’ultimo quinquennio. In particolare si chiede di verificare se “gli affidamenti siano avvenuti in maniera diretta o tramite procedimenti ad evidenza pubblica e l’importo analitico degli stessi”, “se siano state contestate alla ditta eventuali irregolarità nell’esecuzione dei lavori e se sia provveduto all’irrogazione di sanzioni”, “se gli uffici, e in particolare i Rup (i responsabili unici del procedimento) dei singoli lavori, abbiano controllato e certificato l’esatta esecuzione dei lavori”, “se si sia già proceduto, totalmente o in parte, alla liquidazione delle relativa fatture”, “se vi siano lavori che debbano ancora iniziare e i relativi procedimenti siano conclusi”.

Al comune di Gaeta, invece, i Carabinieri del comando provinciale di Latina avevano monitorato gli appalti vinti dalla “Dr Costruzioni” di Formia. In quest’ottica avevano sequestrato presso il settore Opere Pubbliche il carteggio per quanto riguarda i lavori di restyling di piazza Vincent Capodanno e della ripartizione anagrafica al primo piano del palazzo municipale. Si è trattato di opere aggiudicate sempre dall’azienda di via Olivastro Spaventola.

Fonte:http://www.temporeale.info

 

Archivi