Formia / Giovane pestato a sangue dal branco, è caccia ai tre aggressori..Il clima di violenza e di illegalità esistente a Formia ed in tutta la provincia di Latina diventa sempre più insopportabile mentre lo Stato resta a guardare.Inerte. Di fronte ad una criminalità mafiosa e criminalità comune in continua espansione e che rendono invivibile questo territorio ci si aspetterebbe una reazione forte da parte di tutti coloro che dicono di rappresentare e di difendere la legalità e la Giustizia,a cominciare dalla classe politica e dalla stessa società civile,che ,invece,restano fermi senza far nulla di efficace e di risolutivo. per debellare questi fenomeni .L’istituzione a Formia di un Osservatorio Comunale contro la criminalità,da noi dell’Associazione Caponnetto proposto e fortemente voluto,avrebbe dovuto,secondo le nostre intenzioni,rappresentare uno strumento prezioso ed insostituibile per affrontarli e proporre in maniera determinata le soluzioni.Lo si é voluto ,invece,ridurre ad una sorta di instrumentum regni che vola basso. Ne siamo usciti delusi ed amareggiati dopo aver dovuto,purtroppo, constatare per l’ennesima volta che non si vuole che certe cose cambino.Anche tutto ciò é frutto di quel “patto” fra camorra e pezzi dello stato che sarebbe stato stipulato “in una villa di Gaeta” e del quale hanno parlato alcuni giornali campani tempo fa -ed ancora più recentemente – alcuni parlamentari sia del Senato che della Camera di origine grillina ?

Formia / Giovane pestato a sangue dal branco, è caccia ai tre aggressori

FORMIA – Aggressione selvaggia ad un ragazzo di Formia. Si tratta di Andrea Filosa, 18 anni. Il fatto è accaduto nella tarda serata di ieri, intorno alle 10,30. Il vile pestaggio è accaduto nei pressi della Chiesa di San Giovanni. Secondo quanto si apprende, tre ragazzi sulla ventina hanno aggredito con calci e pugni un giovane di Formia, senza apparente motivo. Forse alla base del raid il furto dello scooter.

Un pestaggio selvaggio, al punto che il formiano è stato poi portato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Dono Svizzero”. Il giovane è stato colpito in pieno viso al punto che non riesce nemmeno a parlare. Date le sue condizioni è restato presso il nosocomio formiano per accertamenti.

Ora è caccia ai colpevoli dell’aggressione, si cercano testimoni e le registrazioni di filmati delle telecamere a circuito chiuso presenti nella zona.

Suo fratello, Graziano Filosa, dal proprio profilo Facebook ha lanciato l’appello per cercare testimoni, che possano aver visto l’accaduto: “Verso le ore 10:30 di questa sera (ieri, ndr) mio Fratello è stato aggredito da TRE PERSONE di età 20 anni circa , vicino LA CHIESA DI SAN GIOVANNI sicuramente volevano rubargli lo scooter, prendendolo a calci e pugni in faccia, ha la faccia completamente gonfia, ora si trova in ospedale PERCHE’ NON RIESCE A PARLARE, se qualcuno residente in quella zona ha ripreso la scena con qualche telecamera installata esternamente mi contatti in PRIVATO URGENTE GRAZIE”.

Sono in corso le indagini delle forze dell’ordine.

fonte:http://www.temporeale.info

Archivi