Fonte AGI. I primi indagati sull’”inchino” della Madonna ad Oppido Mamertia

Ci sono i primi indagati nell’inchiesta aperta dalla Dda di Reggio Calabria sul presunto “inchino” al boss Mazzagatti durante una processione religiosa a Oppido Mamertia. Alcuni dei responsabili dell’inchino della Madonna al boss durante la processione di Oppido Mamertina sono infatti stati gia’ iscritti dalla Procura Distrettuale di Reggio Calabria nel registro delle notizie di reato, per associazione per delinquere di stampo mafioso. Sono 25 in tutto i nomi dei portatori e del responsabile dei portatori, che sono stati identificati compiutamente grazie al video girato dai Carabinieri di Oppido Mamertina. Il comandante della stazione, maresciallo Andrea Marino, appena avuto sentore di quanto stava per accadere e si e’ allontanato dal centro della processione per svolgere le dovute indagini. Non tutti e 25 i soggetti identificati sono stati iscritti nel registro delle notizie di reato, ma solo alcuni di loro. Si tratta – spiegano all’Agi fonti investigative – di una iscrizione “tecnica” in vista di un approfonbdimento delle indagini.

Archivi