Fondi. Una forte denuncia: come prima, peggio di prima

Scade oggi il termine ultimo per l’iscrizione al concorso “Balconi fioriti” tanto pubblicizzato dalla maggioranza amministrativa della nostra cittadina. L’obiettivo dichiarato dalla maggioranza è “la sensibilizzazione di una cultura naturalistica, ambientale e paesaggistica attraverso il coinvolgimento di tutti i cittadini, per rendere ancora più accogliente la nostra città promuovendo la valorizzazione architettonica e l’abbellimento della propria casa”.

Altro che salvaguardia del verde pubblico e rispetto dell’ordine e della pulizia ambientale!

Alcuni quartieri di Fondi vivono nel più totale abbandono soprattutto dal punto di vista del verde pubblico e della pulizia ambientale.

La cosiddetta zona 167, progettata e realizzata da amministrazioni molto più rispettose dei cittadini, è completamente abbandonata all’invasione di erbacce, rovi, canne e cespugli selvaggi. Altro che balconi fioriti.

Migliaia di metri quadrati di area pubblica letteralmente abbandonati, che con un minimo di lungimiranza e di attenzione verso i bisogni della gente, si presterebbero benissimo alla realizzazione di giardinetti pubblici, piste ciclabili, strutture ricettive e parchi giochi per i tanti abitanti di quella zona, per quella socializzazione che soprattutto in quella zona dovrebbe essere aiutata.

Invece quei tanti abitanti continuano a ritornare importanti soltanto in prossimità di campagne elettorali. Il giorno dopo le elezioni quei cittadini ridiventano, “quelli delle case popolari”.

Vergogna. Tutta la maggioranza attuale dovrebbe vergognarsi per lo stato di abbandono di quella splendida zona, concepita nel vero rispetto delle più elementari regole urbanistiche e poi abbandonata a se stessa dalle amministrazioni che si sono succedute negli ultimi dieci anni.

Altro che balconi fioriti. Quello che spicca è la vergogna della “Parco scuola permanente per l’educazione stradale” finanziato con un mutuo della Cassa DD. PP. di 1.235.621,35 euro iniziato e mai completato, ed oggi invaso dalle erbacce a testimoniare come la politica contemporanea di certi partiti e di certi personaggi, utilizza i soldi pubblici dimenticando i veri interessi dei cittadini.

Quegli stessi cittadini che non si ribellano nemmeno d’avanti a tali evidenze e che forse continuano a sottomettersi a sudditanze assurde ai soliti noti potenti e talvolta prepotenti.

Altro che balconi fioriti per “sensibilizzare la collettività sul rispetto e l’accoglienza degli ospiti della nostra cittadina attraverso decori floreali dei condomini privati”!

Lo specchio dell’accoglienza che la nostra amministrazione offre ai suoi ospiti estivi è rappresentato soprattutto dalle condizioni pietose delle nostre spiagge.

Quei pochi accessi pubblici continuano ad essere la vergogna del turismo cittadino.

Certo, l’attenzione dell’assessore al turismo e di tutta la maggioranza è molto più rivolto agli interessi dei campeggi privati piuttosto che alle spiagge pubbliche, soprattutto alla luce del fatto che i campeggi hanno soldi privati da investire mentre le casse comunali versano in uno stato talmente disastroso da non poter neppure sistemare le passerelle per i disabili in quei pochi e sporchi accessi al mare disponibili.

Intanto ci si prepara in pompa magna ad inaugurare un mostruoso anfiteatro che dopo la casa comunale testimonierà tutta la maestosità dei politici di spessore che ancora se ne fanno un vanto.

Milioni di euro spesi per strutture di questo alto valore simbolico e zero euro spesi per le aree scandalosamente abbandonate. Con la curiosa beffa di aver completamente svuotato le casse del comune.

E che dire dei balconi delle abitazioni di via Spinete? Hai voglia a farli fiorire. Quella zona è ormai così compromessa che nemmeno un’infiorata totale potrà darle il lustro che meritava.

I danni fatti negli ultimi dieci anni di urbanistica incontrollata vanno affrontati seriamente. Solo dopo aver risolto i problemi degli arredi urbani, delle infrastrutture, dappertutto, si potrà avere la faccia di proporre la gara dei balconi fioriti.

Lista Civica “Lido di Fondi”

Archivi