Fondi: un quadro drammatico e desolante. Provocazioni ai danni del PD in occasione della manifestazione per la legalità da questo organizzato. Roberto Saviano ha dovuto rinunciare a parteciparvi per paura di attentatati

DESOLANTE E DRAMMATICO AL CONTEMPO IL QUADRO PRESENTATO L’ALTRA SERA A FONDI IN OCCASIONE DELLA MANIFESTAZIONE SULLA LEGALITA’ ORGANIZZATA DAL PARTITO DEMOCRATICO

Drammatico e desolante assieme ci è sembrato l’altra sera il quadro di una sfortunata città quale è oggi Fondi devastata da mafie, mafiosi ed amici dei mafiosi.

Una città una volta “pulita”, fatta di gente onesta ed operosa, caduta nelle fauci di bande di gente estranea a quel corpo inizialmente, ma che, con il tempo, si è radicata nel tessuto economico, sociale, culturale locale fino ad inquinarne non solo le fonti ma le stesse falde.

Oggi è un unicum nel tessuto e chi ha rifiutato di far parte del gregge è considerato un reietto, un “estraneo”, anche se di centenaria generazione fondana.

E’ cosi.

L’altra sera, assistendo dalla piazza alla manifestazione organizzata dal Partito Democratico cui avrebbe dovuto partecipare, oltre a Piero Marrazzo, David Sassoli ed altri, anche Roberto Saviano il quale, invece, è stato impedito per “ragioni di sicurezza” a parteciparvi, a dirla tutta, abbiamo avuto paura anche noi.

Un clima surreale, un contesto nel quale, guardando negli occhi la gente comune, leggi la paura. Paura, forse, di non far sapere al “capo” che sto parlando con tizio anziché con caio. Paura di essere segnalato, sempre al “capo”, come uno di quelli che ha partecipato alla manifestazione nemica. Paura di…

Paura, insomma!

Una città che era uno dei fiori all’occhiello della provincia di Latina è ora una città spaventata, terrorizzata. Dalle “presenze” inquietanti mafiose provenienti dalla Sicilia, dalla Calabria, dalla Campania, dalle notizie acquisite dagli organismi centrali e provinciali investigativi e giudiziari in merito alle connivenze fra mafie e politica, da un sistema politico-amministrativo bulgaro, da un “sistema” di comportamenti e relazioni che non ha nulla a che fare con la democrazia, da… , da… dall’impossibilità di parlare, come è capitato a Saviano!

L’altra sera, durante la manifestazione del PD e del centrosinistra, non è stato osservato nemmeno il principio della cortesia e del senso di ospitalità, cardini di una società civile e democratica.

In contemporanea, e ad appena un centinaio di metri dalla piazza della manifestazione, ne era stata organizzata una seconda per l’inaugurazione del nuovo palazzo comunale di Fondi.

Botti, fuochi di artificio, chiasso. Gli oratori del PD si sono visti costretti ad interrompere i loro interventi per una decina di minuti.

Una provocazione vera e propria.

Tutto ciò, con gli incendi che divampano, le pallottole che vengono sparate contro qualche vetrina e con… un governo che, malgrado abbia da 8 mesi sul tavolo tutti i fascicoli con le prove,… continua a guardare. Vergogna! Non c’è un Paese al mondo in cui si parli bene di quello nostro. Siamo ridotti a questo!

Questa è la “ democrazia” in Italia.

Questa è… la volontà di combattere la mafia.

Anzi, pardon, le mafie!…

Archivi