FONDI. PEDICA (IDV): ORA TUTTO CHIARO, MELINA GOVERNO PROTEGGE MAFIOSI

”Ora e’ chiaro il motivo per cui il governo oggi non si e’ espresso sul comune di Fondi: perche’ protegge i mafiori”. Lo denuncia il senatore dell’Italia dei Valori, Stefano Pedica, coordinatore del partito nel Lazio.

”Proprio in queste ore ho appreso che la maggioranza di quel comune, con la benedizione di fazione, e probabilmente di qualche esponente del governo, ha deciso di dimettersi in massa. In questo modo il comune non potra’ essere commissariato per mafia, con una serie di conseguenze terribili per la legalita’ in citta’. La nuova legge sulla sicurezza prevede, infatti, che nei comuni sciolti per infiltrazioni mafiose i responsabili non possono piu’ candidarsi e che le elezioni si devono tenere nel periodo tra 12 e 18 mesi successivi allo scioglimento. Se il comune viene invece commissariato per le dimissioni della maggioranza dei consiglieri l’iter per arrivare a nuove elezioni segue un percorso legislativo completamente diverso. I collusi per mafia possono ricandidarsi e il commissario puo’ indire le elezioni anche entro marzo, in concomitanza, cioe’, con le Regionali. Ora capisco la melina del governo. Serviva a salvare la mafia a Fondi. La criminalita’ organizzata oggi festeggia due volte, per Fondi e per lo scudo fiscale”.

(Tratto da ASCA)

Archivi