Fondi: il PD chiede l’aggiornamento del catasto dei terreni percorsi dal fuoco

INCENDI DEI BOSCHI: APPLICARE LA LEGGE

Ennesima estate di fuoco per le colline e i monti che circondano Fondi e il suo comprensorio. Ennesimo lavoro e impiego di energie e soldi per far fronte ai piromani assassini che accendono inneschi, in modo scientifico, nei giorni più caldi e ventilati. Adatti ad arrecare il maggior danno possibile, in termini di vastità dell’incendio e di zona che si vuole colpire.

Siamo arciconvinti che dietro questi incendi ci sia una regia criminale precisa, che può riguardare i “pastori” che utilizzano quelle aree, o altri intenzioni speculative. Ed è partendo da questa convinzione che chiediamo l’aggiornamento immediato del catasto dei terreni percorsi dai fuochi, così come previsto  dall’Art. 10, comma 1, della legge 21 novembre 2000, n. 353.

La legge citata, titolata  “Legge quadro in materia di incendi boschivi”, prevede che le zone boscate ed i pascoli i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco non possono avere una destinazione diversa da quella preesistente all’incendio almeno per quindici anni.  E’ vietato per dieci anni, su detti soprassuoli, la realizzazione di edifici. Sono vietate per cinque anni le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche, salvo specifica autorizzazione concessa dal Ministero dell’ambiente. Sono altresì vietati per dieci anni, il pascolo e la caccia.

Come si vede la legge 353/2000, è molto precisa e dura nei divieti  e prescrizioni sulle aree percorse dai fuochi, come al solito dobbiamo rilevare una certa difficoltà, da parte delle Guardie forestali e dei Parchi interessati a far rispettare questi divieti.

Il Comune di Fondi ha deliberato un catasto dei terreni percorsi dai fuochi. Catasto aggiornato al 2008. La prima cosa da fare è aggiornare questa mappa il più velocemente possibile, inserendovi tutte le aree interessate dagli incendi, in questi ultimi mesi del 2010.  La seconda è far rispettare in modo rigoroso i divieti previsti dalla legge.

Fondi, lì 23 agosto 2010
Bruno Fiore, Consigliere comunale del Partito Democratico di Fondi

Archivi