Fino a poco tempo fa tutti negavano e facevano finta di non vedere. Ora sono preoccupati. La Commissione Antimafia: 32 beni sequestrati in Trentino

TORINO – Per anni è stata ignorata, sottovalutata, persino negata. Eppure la mafia c’è, al Nord come al Sud. Una presenza “impressionante” per il suo radicamento, che si annida all’ombra dei piccoli comuni e alla violenza preferisce la corruzione e la ricerca del consenso, anche quello politico.

È il quadro allarmante che emerge dal Primo Rapporto Trimestrale “Le Mafie al Nord”. Al Nord le aree più colpite sono la Lombardia, in particolare nella zona intorno a Monza-Brianza, e il Piemonte (Torino e provincia); seguono Emilia Romagna, Liguria, in particolare l’imperiese, e poi il Veneto.

Il Rapporto certifica anche una grande quantità di beni confiscati: 1.186 unità confiscate in Lombardia, 181 confische in Piemonte, 158 in Liguria, 111 in Emilia Romagna, 88 in Veneto, 19 in Friuli e 32 in Trentino.

Preoccupata Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare Antimafia: “Nessuno che sa deve tacere”.

 

http://www.ladige.it/articoli/2014/06/27/commissione-antimafia-32-beni-sequestrati-trentino

Archivi