Finalmente il Consiglio Comunale di Pastena affronta il tema dei rifiuti tossici interrati sul territorio dalla camorre

Mercoledì 20 ottobre alle ore 18.30, è stato convocato, in seduta pubblica,

straordinaria e urgente, il consiglio comunale per discutere della tutela

ambientale.

Questo significa che si dovrà stabilire un’azione energica ed esaustiva per

arrivare all’accertamento della presenza dei rifiuti tossici interrati nelle

discariche della TAV, utilizzate durante la costruzione della linea

ferroviaria Roma-Napoli.

Le cronache giudiziarie riguardanti quel periodo ci dicono che i cantieri

Tav

furono illegalmente utilizzati dalla camorra per far sparire rifiuti tossici

e

pericolosi evitando i costosi processi di smaltimento e consentendo così

smisurati guadagni alle famiglie della criminalità organizzata.

Non solo i cantieri tav, ma nei territori limitrofi anche altri siti

servirono da cimitero per nascondere le sostanze pericolose.

Dopo innumerevoli sollecitazioni alle Istituzioni e al governo locale è

giunta

la convocazione di un consiglio straordinario che dovrà mettere a punto una

strategia tesa a tutelare la salute dei cittadini e a fare uno screening

sulla

presenza di derivati tossici delle falde acquifere circostanti le

discariche.

La discussione dovrà stimolare ulteriormente le indagini in corso da parte

dei

carabinieri perché nessuna forza occulta faccia ritardare l’accertamento

della

verità e dovrà dare fiducia anche al testimone oculare affinché non

conservi

inopinatamente l’anonimato.

A ben vedere di straordinario c’è ben poco, perché comunque l’azione è tesa

a

salvaguardare la salute che è un diritto essenziale per i cittadini, ed

altresì

si prefigge di mantenere l’integrità e del l’ecosistema del territorio.

Se avessimo avuto la percezione che chi avvelena l’ambiente e mette a

rischio

la salute dei cittadini è uno che ruba un pezzo di futuro ai nostri figli,

se

non avessero avuto paura della verità e non avessero usato il silenzio per

boicottare la democrazia e la partecipazione, di certo da parecchio avremmo

già compiuto passi in avanti.

Domani in consiglio comunale si parlerà di rifiuti tossici e del futuro di

Pastena.

Archivi