Finalmente cominciano ad ammetterlo. Roma capitale di tutte le mafie. Perché fino ad ora l’hanno negato? Cosa hanno fatto fino ad oggi per contrastarle?

“A Roma sono presenti con investimenti nel settore commerciale, immobiliare e finanziario gli esponenti di tutte le mafie, in una sorta di convivenza sia tra loro che con la criminalita’ tradizionale laziale, principalmente interessata alle rapine, al traffico di stupefacenti e soprattutto all’usura”. A dirlo e’ il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, nel corso del suo intervento davanti alla commissione parlamentare Antimafia presieduta da Beppe Pisanu.

“Su un altro versante va segnalato -ha spiegato il prefetto- come la posizione geografica e la presenza di scali aerei e marittimi internazionali, favoriscano un’elevato a costante flusso di stupefacenti in cui sempre piu’ spesso intervengono organizzazioni straniere. Ma le criminalita’ straniere presenti a Roma sono anche fortemente impegnate nel controllo dell’immigrazione clandestina e nel traffico di migranti, con caratteristiche di transnazionalita’ sempre piu’ estese”.

(Tratto da Libero News)

Archivi