Fiducia in Rosy Bindi, Beppe Lumia, Picierno, Fava, Scopelliti… ma…

FIDUCIA IN ROSY BINDI, BEPPE LUMIA, FAVA, PICIERNO, SCOPELLITI… ma… ,…
Stamane, andando a spulciare fra la posta elettronica che quotidianamente arriva all’Associazione Caponnetto, abbiamo trovato una nota di Beppe Lumia che, quasi con tono giustificativo ed un tantino compassionevole, annuncia la sua rielezione nella Commissione Parlamentare Antimafia.
Premettiamo che noi abbiamo una grande stima nei confronti di Beppe con il quale ci siamo trovati corelatori in molti convegni nel passato, da Tarquinia, ad Ostia, a Formia e così via e mettiamo le mani sul fuoco sulla sua onestà intellettuale e morale.
Stima che nutriamo anche nei confronti di Fava – che abbiamo avuto nostro ospite a Tarquinia insieme al compianto Gigi Daga, a Fondi e così via- di Pina Picierno, di Rosy Bindi, della Scopelliti – alla quale è stato ammazzato dalla ‘ndrangheta il padre magistrato e che, in verità, ci ha deluso, perciò, quando l’abbiamo vista far parte di quel nucleo di parlamentari del PDL che hanno occupato gli ambienti del Tribunale di Milano in difesa di un pregiudicato come Berlusconi-.
Il problema è che, fatta eccezione di costoro e di qualche altro ancora, la Commissione Parlamentare Antimafia, così come è stata
composta, non ci dà affidamento alcuno in quanto abbiamo letto fra i suoi componenti alcuni nomi di persone molto chiacchierate.
Non sappiamo, quindi, quanto riusciranno i predetti a contare, malgrado tutte le loro buone intenzioni, e quanti provvedimenti seri ed efficaci potranno essere adottati da un organo che dovrà fare della mediazione e del compromesso fra le parti una pratica quotidiana.
Non condividiamo, pertanto, tutti i peana letti in questi giorni e temiamo che anche questa volta questa Commissione si caratterizzerà e sarà ricordata per la sua inerzia, se non peggio ancora.
Speriamo di sbagliarci.
Detto questo, però, non vogliamo apparire come delle cassandre e ci premureremo, già dal prossimo convegno – che probabilmente organizzeremo a Napoli insieme ovviamente ai nostri amici dei VAS e della “Voce delle Voci” e non solo – di invitare fra i relatori sia la Bindi che Beppe Lumia in modo da consentire ad essi di ascoltare la voce e le istanze di magistrati, forze dell’ordine, giornalisti ed esperti in problemi di mafia e dell’associazionismo e di esprimere i loro punti di vista ed i loro intendimenti.
A presto.

Archivi