Festa Legambiente a Sabaudia 18 e 19 Luglio

18-19 LUGLIO :UN GRANDE FESTIVAL DI MUSICA ETNICA A SABAUDIA NEL CENTRO
VISITATORI DEL PARCO DEL CIRCEO CON CARLO MURATORI E JERRY O´ CONNOR IL RE
DEL VIOLINO IRLANDESE!

Inizia il 18 e 19 luglio prossimi il festival  “1°FestAmbiente Larus –
EcoEtnica 2009” che si terrà nel centro visitatori del Parco Nazionale del
Circeo a Sabaudia (Via Carlo Alberto 104). Il cartellone vede la
partecipazione di importanti gruppi italiani e stranieri portati nel Parco
nazionale dal CIRCOLO LEGAMBIENTE LARUS di Sabaudia e dall’ENTE PARCO
NAZIONALE DEL CIRCEO. Ulteriore motivo per partecipare, oltre la qualità
elevata dei partecipanti, è che la manifestazione è gratuita. I musicisti
che suoneranno al festival, dalle ore 21,00 in poi, sono il gruppo africano
Farafinaritmi ed il cantautore siciliano Carlo Muratori il 18 luglio, i
“nostri” Folkroad ed il trio irlandese degli Oriel capitanato dal re del
violino irlandese Jerry O´Connor il 19 luglio. Oltre al festival, a cura
dell’insegnante romano Sergio Maccari, verrano impartite gratuitamente
nell’area pic-nic del Parco, alle ore 18.00, lezioni di danze popolari
italiane. Vediamo di conoscere  meglio i protagonisti del festival.

I Farafinaritmi sono una spettacolare band senegalese che è specializzata in
musica e danze tradizionali africane. Il loro messaggio principale è quello
di voler portare, nei loro concerti, il ritmo, i colori, la bellezza e la
gioia del canto e delle percussioni del continente nero mischiando il
vecchio con il nuovo, ma mantenendo integra l´identità artistica africana.
La parola “Farafina” ha le sue radici nella lingua mandinga, “fara” vuol
dire terra e “fina” vuol dire nera, il nome di questa associazione suona
quindi in italiano come “Ritmi della Terra Nera”. Farafinaritmi nasce a Roma
nel 2004 su iniziativa del musicista e coreografo Lamine Dabo con
l’obiettivo di rappresentare un nucleo di ricerca e documentazione per
aggregare artisti e studiosi delle arti africane tradizionali e
contemporanee. L’associazione intende inoltre preservare quest’identità
culturale attraverso il suo sviluppo e la ricerca nell’immenso patrimonio
dei linguaggi artistici che provengono dalla Terra Nera. Nel suo percorso il
gruppo  Farafinaritmi ha lavorato in molteplici manifestazioni culturali,
presenziato a diverse trasmissioni televisive e collaborato con molti
artisti di fama nazionale ed internazionale. Alcuni tra gli eventi più
rappresentativi sono la partecipazione in molte puntate di “Alle falde del
Kilimangiaro” (Rai1), Maurizio Costanzo show su Canale 5, l’apertura del
concerto di Youssou N´Dour a Milano, lo show “Ultima Africa” con Tony
Esposito etc. Nei loro concerti si percepisce la grande vitalità e forza
della musica africana con i suoni ora dolci, ora percussivi, della kora
(l´arpa
del Mali e del Senegal) e dei bellissimi canti tradizionali che fanno venir
voglia di ballare e scandire il tempo con il battito delle mani.

A seguire alle ore 22,30 ,il grande ritorno di Carlo Muratori, fresco
vincitore del “Premio città di Loano 2009” per il disco “La padrona del
giardino”, il più importante riconoscimento per la musica popolare italiana
che va ad aggiungersi al grande successo avuto la scorsa estate con il
secondo posto al “Premio Tenco” di Sanremo. In questa occasione il
cantautore e
ricercatore di Siracusa ripercorrerà la sua strepitosa carriera assieme al
chitarrista Massimo Genovese. Maestro nel miscelare echi della tradizione
popolare siciliana con la musica d´autore,poesia evocativa con ritmi
mediterranei,utilizzo del dialetto per costruire brevi racconti ironici e
alte composizioni legate all´attualità. Uno dei nostri più importanti
artisti da non perdere!

Il 19 luglio si esibiranno dalle ore 21,00 in poi i Folk Road con la nuova
cantante, Manuela Cascianelli che esordisce nella formazione pontina dopo il
grande successo riportato nella manifestazione di Firenze “L´Irlanda in
festa”. I Folk Road si ripresentano con un concerto rinnovato e un programma
che farà
ballare gli spettatori al ritmo di gigs, reels e polke. La formazione
comprenderà, oltre Manuela Cascianelli, Marcello De Dominicis alla voce
solista, Piermario De Dominicis alla chitarra, Vincenzo Zenobio alla
fisarmonica, Caterina Bono al
violino, Antonio Colaruotolo al basso e Orazio Fanfani alla Batteria ed al
Bohdran.
Dopo di loro toccherà al gruppo piu´ atteso  del festiva, l’´Oriel Trio, la
più recente creatura del grande violinista celtico: “The King of The
fiddle”, Jerry O´Connor.
Jerry o´ Connor , che per la prima volta calca il nostro palcoscenico, è
stato l´architetto e l´artefice della rinascita del violino nell´est
dell´Irlanda e nell´Ulster con i suoi straordinari gruppi “Skylark” e “La
Lugh” è considerato una leggenda vivente per la straordinaria tecnica e la
capacità di coinvolgere il pubblico ogniqualvolta muove il suo archetto.
Figlio d´arte ha prodotto numerosi dischi sia con i gruppi succitati, sia da
solo tra cui spiccano “In concert” con Gilles Le Bigot e “Journeyman”. Il
suo album “The Brighid´s Kiss” inciso con i “La Lugh” ha vinto il premio
come miglior album di musica celtica internazionale nel 1996! Recentemente è
stato protagonista assieme al figlio Donal, Martin Quinn, Donal Lunny ed
altre all star della  musica celtica ad una serie di concerti in America con
recensioni
entusiastiche.
A Sabaudia si presenta con gli “Oriel” un supergruppo formato dalla
flautista /cantante Nuala Kennedy (leader dei “Fine Friday”)e dal
chitarrista James Ryan, proveniente dal gruppo irlandese “Nabac”. Il
consiglio è di partecipare a questo splendido festival che si presenta come
una delle più importanti manifestazioni dell´estate pontina!
All´interno del festival si terra´ il 18 luglio alle ore 10,30 il convegno:
“Legalità ambiente e sviluppo economico nel Parco nazionale del Circeo” alla
presenza delle più importanti cariche istituzionali e politiche e
associative locali, provinciali e regionali.

Si ringraziano vivamente per la collaborazione:
Italiana Assicurazioni di Ivan Omizzolo – Via Torino 72 Sabaudia
Gelateria Danilo – c.so Vittorio Emanuele II Sabaudia

Saluti.
Il circolo Larus Legambiente Sabaudia

Archivi