ESCLUSIVA MADDALONI. L’ex sindaca Rosa De Lucia ci ripensa: revocata l’avvocatessa Bongiorno. Ecco chi la difenderà.L’Associazione Caponnetto parte civile con l’Avv.Gerardo Tommasone

ORE 10.36 ESCLUSIVA MADDALONI. L’ex sindaca Rosa De Lucia ci ripensa: revocata l’avvocatessa Bongiorno. Ecco chi la difenderà

Ufficializzato, stamattina, il nuovo collegio di giudizio e la data di effettivo inizio del processo

MADDALONI – Due novità: una attesa e scontata, l’altra meno. La prima: è stato ufficializzata la destinazione del processo a carico dell’ex sindaca di Maddaloni Rosa De Lucia. L’udienza di stamattina ha rappresentato anche l’ultima davanti al collegio presieduto davanti al giudice Guglielmo che non potrà più giudicare la De Lucia in quanto nei mesi scorsi ha già espresso un verdetto (di diniego) sull’istanza di patteggiamento presentata dagli avvocati dell’imputata.

Una decisione che ricalca quella già assunta a suo tempo dal Gup.

Il processo si terrà davanti alla sezione 1 collegio B, presidente Carotenuto e riprenderà mercoledì 19 ottobre.

La seconda novità è la rinuncia, ormai divenuta usuale da queste parti una volta che gli imputati si accorgono della scarsa attenzione reale che questo avvocato di grido dedica a loro (stessa decisione fu assunta dall’imprenditore Lazzaro Luce, imputato nel processo asl), da parte della De Lucia all’avvocato Giulia Bongiorno. Un atto avvenuto, naturalmente, senza un atto di revoca ma salvando l’apparenza attraverso una rinuncia pronunciata dalla nota avvocatessa. Contemporaneamente c’è stata la contestuale nomina di un nuovo legale di fiducia, l’avvocatessa Marinella De Nigris, moglie del notissimo avvocato penalista napoletano Vincenzo Maria Siniscalchi, che affiancherà il confermato avvocato Barletta di Maddaloni (con l’avvocato Di Rosa sostituto processuale).

Sarà lo stesso nuovo collegio giudicante a pronunciarsi sull’eventuale riunificazione dei processi a carico della sindaca De Lucia e della sua compagna Cecilia D’Anna.

Ricordiamo che nel processo si è costituito parte civile il comune di Maddaloni, rappresentato in giudizio dall’avvocato Giovanni Vairo.

Hanno chiesto infine, la costituzione di parte civile l’associazione Caponnetto, rappresentata dall’avvocato Gerardo Tommasone e l’associazione Cumpà rappresentato dall’avvocato Carlo Madonna.

G.G.

PUBBLICATO IL: 8 settembre 2016 ALLE ORE 10:39

fonte:www.casertace.net

Archivi