Escalation criminale nella Sibaritide, «a rischio la sicurezza di cantieri e lavoratori»

Escalation criminale nella Sibaritide, «a rischio la sicurezza di cantieri e lavoratori»

Cgil, Cisl e Uil chiedono al prefetto la convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza. «Bisogna dare risposte alle denunce»

Pubblicato il: 18/07/2022 – 12:18

COSENZA Le Segreterie regionali e territoriali Cgil Cisl Uil – Fillea Filca Feneal «sono molto preoccupate per l’escalation criminale che si sta verificando sui cantieri della Sibaritide e in modo particolare sulla Ss106». È quanto si legge in una nota diffusa dai sindacati. «I reiterati atti criminali con danni ingenti alle imprese operanti nei cantieri – continua la nota –, per come denunciato dagli stessi imprenditori, mettono a rischio la sicurezza delle attività dei cantieri, dei lavoratori, delle imprese. Si torna a respirare un’aria pesante come non avveniva da diverso tempo e ciò impone misure determinate da parte dello Stato e della Magistratura».
Per i sindacati «serve un’azione sinergica, che possa rafforzare il territorio, oggi carente, di maggiori presìdi di sicurezza, mezzi, dotazioni organiche adeguate per fronteggiare il fenomeno crescente di micro e macro criminalità. Nelle prossime ore, così come già fatto dalle federazioni di categoria, chiederemo unitariamente al Prefetto di Cosenza di convocare il comitato per l’ordine e la sicurezza al fine di attivare ogni misura utile per dare il sostegno adeguato all’azione di denuncia fatta dalle imprese vittime degli attentati di queste settimane, non escludendo alcuna soluzione utile a mettere in sicurezza l’intera opera pubblica».

Fonte:https://www.corrieredellacalabria.it/2022/07/18/escalation-criminale-nella-sibaritide-a-rischio-la-sicurezza-di-cantieri-e-lavoratori/

Archivi