Emozioni e considerazioni di un napoletano che dopo anni torna nella sua città dopo una lunga assenza alla quale é stato obbligato dopo aver servito lo Stato e la Giustizia.Stiamo parlando di un Testimone di Giustizia,di Gennaro Ciliberto,una di quelle poche –purtroppo-persone che sacrificano tutto e mettono a repentaglio la vita propria e dei loro cari per combattere le mafie.Noi dell’Associazione Caponnetto ,che viviamo a contatto continuo con queste persone e che,pertanto,ci sentiamo immersi nei loro problemi conoscendone a fondo storie personali e familiari,sofferenze,sentimenti ed anche debolezze e fragilità -e talvolta contraddizioni- ,sappiamo dietro ogni loro parola “cosa c’é”,intuiamo quanti battiti dei loro cuori ci sono,che tipo di emozioni si nascondono nei loro petti .Soffriamo con loro perché conosciamo quanta nobiltà di sentimenti le anima e le fa agire. Capiamole ed ascoltiamole perché i loro appelli,le loro preghiere escono da anime nobili che hanno dato prove concrete del loro amore alla Giustizia,allo Stato di diritto,alla Democrazia ed alla……….Civiltà !

Ti potrebbe anche interessare...