Emergenza sicurezza, piano per i quartieri: «Agenti speciali per i controlli».DOTTORESSA PAGANO,LAVORO,LAVORO,LAVORO ! LAVORO E SCUOLE.MA SUBITO E NON FRA UNO-DUE ANNI.OLTRE ALLA REPRESSIONE,OVVIAMENTE. CHE DEVE ESSERE DURISSIMA,SENZA SCONTI ,ALLA MAFIA BASSA E SOPRATTUTTO A QUELLA….ALTA,QUELLA DEI COLLETTI BIANCHI !

Il Mattino, Giovedì 1 Giugno 2017

Emergenza sicurezza, piano per i quartieri: «Agenti speciali per i controlli»

di Pierluigi Frattasi

Più uomini delle forze dell’ordine in strada, progetti di riqualificazione e di recupero dei giovani per i quartieri a rischio, come la Sanità, ma soprattutto un maggiore coinvolgimento dei sindaci nella lotta all’illegalità diffusa, attraverso l’emissione di ordinanze di sicurezza urbana e il contrasto, ad esempio, a fenomeni come quello dei parcheggiatori abusivi. La risposta del Governo alla camorra e all’escalation di violenza che, negli ultimi giorni, ha mietuto 6 vittime a Napoli in appena 48 ore, ruota attorno a due leve: «Repressione e prevenzione».

«C’è una reazione fortissima dello Stato», afferma il Prefetto Carmela Pagano, che ieri mattina ha presieduto il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza, con il Procuratore reggente Nunzio Fragliasso e i vertici delle forze dell’ordine, riunito d’urgenza proprio a seguito degli ultimi accadimenti. Presenti per il Comune di Napoli il vicesindaco Raffaele Del Giudice e l’assessore alla Polizia Municipale, Alessandra Clemente, accompagnata dal Comandante Ciro Esposito.

Il prossimo passo sarà la convocazione a breve del Comitato Metropolitano allargato ai Comuni dell’hinterland e ai presidenti delle dieci Municipalità, «con i quali concordare in sinergia azioni di intervento di lungo e medio termine».

Archivi