Elenco atti di indirizzo ,aggiornato a marzo 2016,quindi IN CORSO,relativo alle richieste di accertamento per scioglimento varie amministrazioni in Italia per condizionamento mafioso.Fra di essi ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 5-05150 del 25 marzo 2015 sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione di accesso per valutare lo scioglimento del consiglio comunale di Gaeta

Il decreto legislativo n. 267 del 2000 disciplina la procedura di scioglimento degli enti locali per infiltrazioni mafiose (per approfondimenti della materia clicca qui). In questa sezione sono sinteticamente riportati gli atti di indirizzo e di controllo riguardanti regioni, enti locali ed aziende sanitarie interessati da provvedimenti di scioglimento (o  per i quali viene prospettato l’avvio delle procedure di verifica da parte del Ministero dell’Interno), ivi inclusi anche quelli in attesa di risposta da parte del Governo.


ATTI DI INDIRIZZO POLITICO E CONTROLLO: ITER CONCLUSO

Il 30 marzo 2016 il sottosegretario per l’Interno ha risposto, presso la 1a Commissione della Camera, all’interrogazione 5-06890 del 4 novembre 2015 sulle indagini in corso nei confronti del sindaco e di alcuni amministratori del comune di Scafati (Salerno) e sull’istituzione, in data 21 marzo 2016, di una commissione di accesso per la verifica di eventuali infiltrazioni della criminalità organizzata.

L’11 marzo 2016 il sottosegretario agli Interni ha risposto per iscritto all’interrogazione 4-10497 in merito al monitoraggio degli atti del comune di Falcone (Messina) i cui amministratori erano stati coinvolti in un’indagine giudiziaria e all’accertamento dei presupposti per l’invio di una commissione di accesso.

Il 10 marzo 2016 il sottosegretario agli Interni ha risposto al Senato all’interrogazione 2-00330concernente anche le presunte infiltrazioni nel del comune di Torre Annunziata, descrivendo le ragioni che hanno portato all’archiviazione del procedimento e le misure salienti assunte dall’Amministrazione comunale in attuazione delle prescrizioni del prefetto del gennaio 2014. Sullo stesso tema il rappresentante del Governo ha risposto il 18 marzo 2015, in Commissione Affari costituzionali della Camera, all’interrogazione 5-03143 (che riproponeva il problema dello scioglimento del comune di Torre Annunziata). In precedenza (14 gennaio 2014) il Governo aveva risposto alle interrogazioni a risposta scritta presentate alla Camera sulle conclusioni della commissione d’accesso volta a verificare l’esistenza di infiltrazioni della criminalità organizzata nel Comune di Torre Annunziata ( 4-04416 e 4-04040), con l’indicazione delle misure assunte dal sindaco di Torre Annunziata in risposta all’invito-diffida del prefetto di Napoli. Il Governo aveva risposto anche il 4 dicembre 2014 alle interrogazioni a risposta scritta Atto Senato 4/02095 e 4/01111 sullo stesso tema.

Il 4 marzo 2016 il rappresentante del Governo ha risposto per iscritto all’interrogazione 4-11071sull’attività di monitoraggio svolta dalla prefettura sugli atti amministrativi del comune di Quarto (Napoli), già oggetto di scioglimento per infiltrazioni della criminalità organizzata nel 1992 e 2013, illustrando l’attività di supporto e le risultanze degli accertamenti in corso. In data 28 gennaio 2016 il sottosegretario dell’Interno aveva risposto per iscritto a due interrogazioni Senato 4-04805 e 404975sull’esistenza dei presupposti per un nuovo scioglimento. In precedenza, il 20 gennaio 2016 il Ministro per l’Interno aveva risposto alla Camera all’interrogazione 3-01943 mentre il 15 gennaio 2016, il Vice Ministro per l’Interno aveva risposto alla Camera all’interpellanza urgente 2-01223 sullo stesso argomento. Vedi anche l’Atto Camera  3-01913 dell’11 gennaio 2016.

Il 24 febbraio 2015 il rappresentante del Governo ha risposto in Commissione Affari costituzionali della Camera all’ interrogazione 5-07875 sulla desegretazione della relazione della commissione di accesso, anche ai fini del suo utilizzo nell’ambito del processo Aemilia, rendendo noto che tale relazione è stata già trasmessa alla Procura Distrettuale Antimafia di Bologna e alla Procura della Repubblica di Modena.

Il 3 febbraio 2016 il Ministro dell’Interno ha risposto alla Camera all’interrogazione 3-01981  sull’invio di una commissione di accesso presso il comune di Reggio Emilia al fine di verificare l’esistenza di infiltrazioni della criminalità organizzata nell’amministrazione comunale, come emergerebbe dall’inchiesta Aemilia. Sullo stesso argomento vedi anche l’interrogazione 4-11890. Il Ministro dell’Interno aveva già risposto il 22 aprile 2015, alla Camera, all’interrogazione a risposta immediata3-01450 riguardante il comune di Brescello (Reggio Emilia). Vedi anche l’interrogazione Camera 4-12218 del 23 febbraio 2016 sulle ragioni del mancato scioglimento del comune di Finale Emilia nonostante l’emersione dai lavori della commissione di accesso di gravi sospetti sulle infiltrazioni della criminalità organizzata.

In data 20 gennaio 2016 il Ministro per l’Interno ha risposto alla Camera all’interrogazione 3-01942 del 19 gennaio 2016 sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione di accesso per il comune di Catania. Sullo stesso tema vedi anche le interrogazioni Camera 4-12412 dell’8 marzo 2016 4-07806del 5 febbraio 2015.

Il sottosegretario all’Interno ha risposto in commissione alla Camera, il 26 novembre 2015, all’interrogazione 5-07094 con la quale si sollecita l’avvio delle procedure ispettive ex art. 143 t.u. sugli enti locali, al fine di verificare l’esistenza di infiltrazioni della criminalità organizzata nel comune di Nola (Napoli). Sullo stesso tema vedi anche l’interrogazione 4-09337 del 3 giugno 2015

Nell’ambito dell’informativa urgente sull’indagine giudiziaria nota come “mafia capitale”,  svoltasi alla Camera il 25 giugno 2015, il Ministro della Giustizia ha fornito elementi anche sull’attività della commissione di accesso per Roma capitale, istituita il 15 dicembre 2015 dal prefetto di Roma, e sulle commissioni  riguardanti altri quattro comuni della provincia interessati dalla medesima inchiesta. Sullo stesso tema vedi anche la risposta del 7 luglio 2015 del sottosegretario all’interno all’interrogazione 4-03144 con l’illustrazione delle misure adottate come conseguenza delle indagini giudiziarie su Roma Capitale e su altri 4 comuni coinvolti (Castelnuovo di porto, Sant’Oreste, Sacrofano e Morlupo). Per quanto riguarda specificamente il comune di Sacrofano, vedi la risposta scritta del rappresentante del Ministero all’Interno alle interrogazioni 4-08919 e 4-07647Nuove interrogazioni sono state presentate alla Camera sempre con riferimento all’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del comune di Sacrofano (Atti 4-11487 e 4-12727)  In precedenza il Governo aveva risposto in data 18 marzo 2015 alle interrogazioni a risposta scritta 4-03160 del 16.12.2014  e 4-03477del 18.2.2015 sugli orientamenti del Governo in ordine alle misure per affermare la piena legalità dell’amministrazione di Roma capitale, con particolare riferimento al Municipio di Ostia, fornendo informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori della commissione di accesso.

Il rappresentante del Ministero dell’Interno ha risposto per iscritto al Senato, il 30 aprile 2015, all’interrogazione 4-03637 sull’incandidabilità del sindaco di Sedriano (Milano), sciolto per infiltrazioni mafiose.

Il rappresentante del Governo ha risposto il 31 marzo 2015, in Commissione Affari costituzionali della Camera, all’interrogazione 5-02650 sulla presenza delle organizzazioni criminali nel comune di Conversano (provincia di Bari) e sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione di accesso.

Il Governo ha risposto il 13 marzo 2015 all’interrogazione 2-00867 sull’illecita gestione degli appalti da parte dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, oggetto di un provvedimento di scioglimento, con conseguente nomina di tre commissari prefettizi, e sulle misure volte a ridurre la discrezionalità delle amministrazioni pubbliche negli affidamenti diretti dei lavori pubblici ed a contrastare le infiltrazioni mafiose nelle amministrazioni pubbliche. Sullo stesso tema vedi anche l’interrogazione Senato 4-03326 del 27/1/2015.

In data 6 marzo 2015 il rappresentante del Governo ha risposto all’interrogazione 4-01399 del 24 luglio 2013 su alcuni aspetti della gestione commissariale del Consiglio provinciale di Vibo Valentia, sciolto nel dicembre 2012, e sull’attuale situazione di dissesto finanziario dell’ente.

In data 19 febbraio 2015 il rappresentante del Governo ha risposto in commissione all’interrogazione3-01248 del 1/10/2014 sull’attività di risanamento del comune di Isola delle Femmine (Palermo) effettuato dalla gestione commissariale dopo lo scioglimento del consiglio del 2012 e sulla incandidabilità dei precedenti amministratori locali.

Il Governo ha risposto il 9 ottobre 2014 all’interrogazione  a risposta scritta Atto Senato 4/02239 sulle misure adottate per garantire il sollecito ritorno al voto dopo lo scioglimento del consiglio regionale della Calabria.

Il Governo ha risposto il 7 agosto 2014 all’interrogazione a risposta scritta Atto Senato 4/01134 sulle misure in corso di contrasto alle mafie adottate nel comune di Nettuno (sciolto nel 2005 per infiltrazioni della criminalità organizzata) e nelle zone limitrofe.

Il Governo ha risposto il 4 luglio 2014 all’interpellanza urgente Atto Camera  2/00607 sui problemi legati alla gestione dei rifiuti a Reggio Calabria (il cui comune è stato sciolto nel 2012 per infiltrazioni della criminalità organizzata) in seguito allo scioglimento per mafia della ditta incaricata del servizio di igiene urbana.

Il Governo ha risposto in data 1° aprile 2014 all’interpellanza Atto Camera n. 2-00184 sullo scioglimento del consiglio provinciale di Salerno.

Il Governo ha risposto il 26 luglio 2013 all’interrogazione a risposta orale Atto senato 3/00075 sulle misure adottate per garantire il regolare svolgimento della campagna elettorale da condizionamenti di clan camorristici nei comuni di Maddaloni e Marcianise, in provincia di Caserta, il secondo dei quali era stato interessato da provvedimento di scioglimento negli anni precedenti.


ATTI DI INDIRIZZO, INTERROGAZIONI E INTERPELLANZE: ITER IN CORSO

Qui di seguito sono elencati gli atti di indirizzo e di sindacato ispettivo in attesa di risposta da parte del Governo.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-12688 del 30 marzo 2016 sulla gestione commissariale del comune di Siderno (Reggio Calabria), oggetto di un decreto di scioglimento nel 2013. Vedi anche l’ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-11672 del 14 gennaio 2016..

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-05489 sugli atti di intimidazione avvenuti nel comune di Casapesenna (Caserta), già sciolto per tre volte per infiltrazioni della criminalità organizzata

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-12466 del 10 marzo 2016 sulla gestione dei rifiuti nel comune di Mazzarà Sant’Andrea, sciolto per mafia nel 2015.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-05420 dell’8 marzo 2016 sull’invio di una commissione di accesso presso il comune di Seregno (Monza e Brianza). Sullo stesso tema vedi anche l’ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04150 del 18 giugno 2015.

 ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-12360 del 3 marzo 2016 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del comune di Casavatore (Napoli), alla luce delle indagini giudiziarie che hanno riguardato anche alcuni amministratori locali.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-12248 del 25 febbraio 2016 sull’avvio delle procedure ex art. 143 t.u. enti locali per accertare l’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del comune di Castelvetrano Selinunte (Trapani).

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 3-02557 del 4 febbraio 2016 sull’avvio di un’attività ispettiva con riferimento al comune di Agira (Enna) per verificare l’esistenza di condizionamenti dell’attività dell’amministrazione locale.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 5-07637 del 3 febbraio 2016 sulla partecipazione ai lavori del consiglio direttivo del Parco del Gargano di un consigliere del comune di Monte Sant’Angelo, sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata nel 2015.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-11883 del 1° febbraio 2016 sull’esistenza dei presupposti per un nuovo scioglimento del comune di Casapesenna (Caserta), già oggetto di 3 decreti di scioglimento nel 1991, 1996 e 2012.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-05166 del 27 gennaio 2016 sul regime delle relazioni delle commissioni di accesso sulle infiltrazioni mafiosi nelle amministrazioni locali.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-11672 del 14 gennaio 2016 sulla situazione finanziaria del comune di Siderno (Reggio Calabria) oggetto di un decreto di scioglimento nel 2013.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-11494 del 18 dicembre 2015 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del comune di Cava dei Tirreni (Salerno).

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-11306 del 27 novembre 2015 sulla convalida dell’elezione del nuovo sindaco di Melito Porto Salvo (Reggio Calabria), comune sciolto per tre volte ex art. 143 del t.u. sugli enti locali.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-11164 del 17 novembre 2015 sulla data di svolgimento di nuove elezioni amministrative nel Municipio di Ostia (Roma), oggetto di commissariamento per infiltrazioni mafiose.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04788 del 4 novembre 2015 sui presupposti per l’avvio delle procedure previste dal testo unico sugli enti locali con riguardo agli appalti gestiti dal consorzio per l’area di sviluppo industriale di Enna. Vedi anche l’interrogazione Atto Senato 4-04853 del 19 novembre 2015.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04787 del 4 novembre 2015 sulla gestione dei rifiuti nel comune di Scicli (Ragusa), attualmente commissariato per infiltrazioni mafiose. In precedenza (2 aprile 2015) era stata presentata al Senato  l’interrogazione 3-01825 sulla presenza delle organizzazioni criminali nel comune di Scicli e sullo stato degli accertamenti da parte della commissione di accesso sulle infiltrazioni mafiosi nell’amministrazione comunale.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04718 del 21 ottobre 2015 sull’avvio di un’attività ispettiva con riferimento al comune di Terme Vigliatore (Messina), già oggetto di scioglimento nel 2005.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04601 del 1° ottobre 2015 sulle infiltrazioni della camorra nel comune di Afragola (Napoli).

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-10559 del 30 settembre 2015 sui presupposti per l’avvio delle procedure previste dall’art. 143 del testo unico sugli enti locali con riguardo al comune di Massafra (Taranto) in seguito all’inchiesta della magistratura sugli illeciti emersi  nella raccolta dei rifiuti (sullo stesso tema vedi anche l’interrogazione 4-10564).

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-10539 del 29 settembre 2015 sui presupposti per l’avvio delle procedure previste dal testo unico sugli enti locali con riguardo al comune di Patti (Messina), in seguito all’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto esponenti del consiglio e dirigenti dell’amministrazione comunale.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-10497 del 25 settembre 2015 sui presupposti per l’avvio delle procedure previste dal testo unico sugli enti locali con riferimento al comune di Falcone (Messina), in seguito all’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto il sindaco ed alcun assessori.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04397 del 30 luglio 2015 sulle infiltrazioni mafiose nel comune di Petilia Policastro (Crotone).

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-09844 del 15 luglio 2015 sui presupposti per l’invio di una nuova commissione di accesso presso il comune di Torre del Greco (Napoli), anche a seguito delle iniziative della magistratura nei confronti di amministratori e funzionari locali.

ATTO SENATO MOZIONE 1-00447 del 14 luglio 2015 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento di Roma Capitale.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 3-02061 del 14 luglio 2015 sulla sollecita pubblicazione degli atti relativi alla verifica da parte del Prefetto dell’esistenza di infiltrazioni mafiose in Roma Capitale.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04246 dell’8 luglio 2015 sull’attivazione della procedura di cui all’art. 143 del t.u. sugli enti locali al comune di Afragola (Napoli). 

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 4-09755 dell’8 luglio 2015 sui presupposti per l’invio di una commissione di accesso presso il del comune di Rosolini (Siracusa), anche a seguito dei gravi e ripetuti episodi di intimidazione ai danni di amministratori locali e funzionari comunali.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-04115 dell’11 giugno 2015 sulle notizie di stampa relative all’istruttoria compiuta dalla commissione di accesso per Roma capitale.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-03966 del 14 maggio 2015 sulla concreta attuazione della normativa sullo scioglimento delle amministrazioni locali, con particolare riferimento al decreto di scioglimento del comune di Augusta (Siracusa).

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 4-03952 del 13 maggio 2015 sull’opportunità della nomina del prefetto Cimmino a commissario prefettizio del Comune di Arzano (Napoli), recentemente sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE 5-05150 del 25 marzo 2015 sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione di accesso per valutare lo scioglimento del consiglio comunale di Gaeta

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-03682 del 24 marzo 2015 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del X Municipio di Roma (Ostia)

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-03637 del 17 marzo 2015sull’incandidabilità dell’ex sindaco di Sedriano (Milano), sciolto per mafia nel dicembre 2013

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-08450 del 17 marzo 2015 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del comune di Sacrofano, in provincia di Roma.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-03624 del 12 marzo 2015 sull’attività svolta dal commissario prefettizio del comune di Trani.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-08171 del 26/2/2015 sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione d’accesso presso il comune di Verona.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-08108 del 24/2/2015 sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione d’accesso per un’azienda sanitaria di Nuoro, sospettata di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-07962 dell’11/2/2015 sull’esistenza dei presupposti per l’invio di una commissione d’accesso per il comune di Gallipoli  (Lecce).

ATTO SENATO INTERROGAZIONE 3-01637 dell’11/2/2015 sull’esistenza dei presupposti del commissariamento del comune di Roma.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-07865 del 10/2/2015 sulla grave situazione dell’ordine pubblico nel comune di Polizzi Generosa  (Palermo), sciolto per infiltrazioni mafiose ed oggi ancora commissariato.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-07645 del 23/1/2015 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del consiglio comunale di Sacrofano (Roma).

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-3241 del 13/1/2015 sulle misure che il Governo intende adottare nel comune di Nettuno (già sciolto nel 2005 per infiltrazioni della criminalità organizzata).

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-07369 del 19/12/2014 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del consiglio comunale di Salerno.

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-03160 del 16/12/2014 sugli orientamenti del Governo in ordine alle misure per affermare la piena legalità dell’amministrazione di Roma capitale.

ATTO SENATO INTRROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-02325 del 12.6.2014 sul ripristino della legalità nel comune di Briatico (Vibo Valentia) il cui comune è stato sciolto due volte, nel 2003 e nel 2012

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-04752 del 7/5/2014 sull’esistenza dei presupposti per lo scioglimento del comune di Verona

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4-01698 del  13.2.2014 riguardante la situazione del comune di Altavilla Milicia (Palermo), già oggetto di un provvedimento di scioglimento nel 2014

ATTO SENATO -INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01627 del 5/02/2014 sulle iniziative del Ministro dell’interno per contrastare la presenza delle organizzazioni criminali nel litorale laziale e sulla verifica dei presupposti per lo scioglimento del comune di Ardea.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE 3-00547 del 15.1.2014 sulla situazione del comune di Ardea (Roma) e sull’esistenza dei presupposti per l’insediamento di una commissione di accesso.

(ultimo aggiornamento 30 marzo 2016)

 

Archivi