Ecco come si fa in Calabria ed in altri posti d’Italia.Perché a Roma non si é fatto lo stesso? Disfunzioni dell’apparato o altro ? E intanto non paga nessuno! Non é sospetto anche questo?

Nicola Gratteri Procuratore aggiunto a Reggio Calabria ( da 25 anni contro la Ndrangheta):
“In un attimo abbiamo perso anni di credibilità nella lotta alla mafia”…… “Da noi questi cortei vengono vietati”.
“Quando una Famiglia si ritiene Mafiosa viene monitorata e pertanto si deve sapere cosa sta organizzando!
In Calabria, funerali SENZA CORTEO, alle 6 di mattina !!”

Archivi