“Ecco come la camorra gestiva il business in riviera romagnola”. Il racconto del 49enne casertano sotto processo

“Ecco come la camorra gestiva il business in riviera romagnola”. Il racconto del 49enne casertano sotto processo

18 Dicembre 2021 – 15:19

RIMINI – C’era anche un casertano tra i nostri corregionali – sfortunatamente la Campania finisce in cronaca nera anche quando si tratta di luoghi non vicinissimi al confine del Garigliano – finiti a processo a Rimini perché accusati di aver creato una gestione occulta e criminale di un hotel e di un bar sul lungomare più famoso d’Italia. Ma non solo, attraverso l’utilizzo del nome del clan camorristico di Marano, Pio Rosario De Sisto, Antonio Castaldo, Francesco Bruno, Juri Bianchi, e Raffaele di Benedetto, assieme all’imputato casertano Pietro Tarquini, 49enne di Castel Volturno, Aveva aperto un vero e proprio soddisfacente mercato di usura e racket nei confronti degli imprenditori locali.

A parlare davanti giudice nelle scorse ore è stato proprio Tarquini, riuscendo a raccontare ai giudici come questo braccio lungo della criminalità napoletana si comportasse sulla riviera romagnola.

Fonte: https://casertace.net/ecco-come-la-camorra-gestiva-il-business-in-riviera-romagnola-il-racconto-del-49enne-casertano-sotto-processo/

Archivi