E’ vero quanto avrebbe dichiarato Tremonti ai magistrati napoletani in merito alla situazione che esisterebbe nella Guardia di Finanza?Intervenga il Capo dello Stato

Se le cose all’interno del corpo della Guardia di Finanza stessero come le avrebbe spiegate il Ministro Tremonti ai magistrati di Napoli e, cioè, con i vertici del Comando Generale schierati in “ due cordate”, delle quali una con Berlusconi, la situazione sarebbe veramente seria.

Un corpo importante di polizia economica, qual’è quello delle Fiamme Gialle, impegnato in prima linea nella lotta contro la corruzione e le mafie, eventualmente schierato in parte con una fazione politica e, per giunta, con l’attuale premier che ha qualche problema di natura giudiziaria, non darebbe al Paese quelle garanzie di assoluta affidabilità

Almeno agli occhi della gente..

E, sempre se fosse come avrebbe spiegato Tremonti, noi potremmo avere alcune risposte alle domande che ci poniamo da anni circa l’inadeguatezza dell’azione delle Fiamme Gialle in provincia di Latina, una provincia dominata dagli uomini del cavaliere.

Ma noi vogliamo non credere a tutto ciò anche perché conosciamo personalmente molti alti ufficiali delle Fiamme Gialle e potremmo mettere le mani sul fuoco circa la loro onestà e fedeltà al giuramento da essi fatto al servizio dello Stato di diritto.

Comunque le parole che avrebbe pronunciate al riguardo il Ministro Tremonti, sempre se rispondenti al vero, non andrebbero prese sotto gamba e il Capo dello Stato, che è il garante della Costituzione repubblicana e delle sue regole, non potrebbe restare indifferente ed inerte.

Come pure la dirigenza dei partiti democratici dovrebbe assumere una posizione determinata ed urgente chiedendo di far chiarezza sull’intera situazione.

Noi cittadini non vogliamo avere dubbi di sorta circa la fedeltà dei vertici di corpi importanti allo Stato democratico ed alle sue regole.

Aspettiamo, pertanto, un intervento chiarificatore del Capo dello Stato al riguardo e la nomina di una Commissione Parlamentare che convochi il Ministro Tremonti e si faccia dire come effettivamente starebbero le cose.

Archivi