.E’ trascorso un anno dalla notizia delle clamorose dimissioni ad Aprilia,in provincia di Latina,dell’assessore Chiusolo causate,a suo dire,dalle minacce di morte e dagli attentati che egli avrebbe subito ed un velo di silenzio é calato su tutta la vicenda.Aprilia é notoriamente assediata da clan della camorra e da ndrine della ndrangheta ed il fatto avrebbe dovuto determinare un’ondata di sollevazioni e di inchieste che,a quanto pare,restano solo nelle speranze e nei sogni di chi crede ancora,malgrado le tante delusioni finora patite in una provincia ,qual’é quella di Latina ,dove “la legalità é un optional” come ha avuto occasione di dire un ex Presidente del TAR pontino,nella Giustizia. Nei prossimi giorni l’Associazione Caponnetto provvederà a rimettere della documentazione alla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma ed alla Procura della Repubblica di Velletri al fine di velocizzare l’inchiesta al riguardo o di promuoverla nel caso in cui non fosse ancora iniziata,

Ti potrebbe anche interessare...