E’ aperto il tesseramento per l’anno 2016 all’Associazione Caponnetto

Il lavoro più difficile e duro che ci siamo  trovati   ad affrontare  é stato quello di  scremarla  dal gravame  costituito da tutta  una serie di  persone   venute o che intendevano  venire  con l’intento  di utilizzare il suo nome ed il suo prestigio   per ben altri scopi  che non fossero esclusivamente quelli della lotta  alle mafie  ed alla corruzione.

Scopi di natura  economica  , politica  o,più  semplicemente ,di prestigio personale .

Scopi,comunque,  estranei  alle finalità di un ‘Associazione antimafia  di altissimo  profilo morale  e combattiva,  qual’é,appunto,l’Associazione Caponnetto.

Un’Associazione,fra le pochissime in Italia,che non ha mai voluto prendere un solo euro  di finanziamento pubblico o privato,eccetto quello costituito dalle  poche migliaia di euro che  le provengono dal 5 x mille, e che,quindi,é  libera  da tutto e da tutti,istituzioni e partiti politici.

La sua forza!

Da  taluni  la possibilità di poter  vantare  un’appartenenza  all’Associazione  Caponnetto é stata vista ed é vista ,oltre che uno strumento  di vanto, soprattutto come  un titolo di merito per il perseguimento di altri  scopi che nulla hanno a che fare  con quelli  da noi perseguiti.

Ci siamo dovuti difendere da tentativi di infiltrazione addirittura da parte di  soggetti appartenenti a notissime famiglie camorristiche,le più note in Italia, come pure  da parte di   esponenti politici appartenenti  ad amministrazioni  comunali sciolte per mafia ,i quali  evidentemente vedevano nell’iscrizione  all’Associazione Caponnetto lo strumento per  crearsi  una nuova immagine  e ripulirsi da quella vecchia 

E  quale immagine più  prestigiosa di quella dell’Associazione Caponnetto,essi hanno sicuramente pensato  ?

Un’opera difficilissima ,insomma,quella che abbiamo dovuto compiere e dobbiamo quotidianamente compiere  per filtrare le persone che chiedono di aderire all’associazione ,ad evitare l’ingresso di mafiosi,di opportunisti,di  affaristi ed anche di parolai.,di gente,insomma,non affidabile  e per questo pericolosa .

Sì,di parolai,perché non  sono pericolosi  solamente i mafiosi e coloro che  vorrebbero  utilizzare l’Associazione Caponnetto,sfruttando il prestigio di cui essa gode,per finalità  economiche o politiche,ma altrettanto lo sono – tenuto conto del fatto che  la nostra Associazione  basa tutta la sua identità,il suo ruolo,la sua  attività su tre elementi fondamentali ed  esclusivi 

l’INDAGINE,

la DENUNCIA,

la  PROPOSTA – i parolai,coloro ,cioè,che non ti fanno una segnalazione,non ti forniscono una notizia,un’indicazione  o  un semplice indizio  che possa  mettere gli organi  dell’Associazione  nelle condizioni di attivarsi per  attrarre l’attenzione dell’autorità giudiziaria  sulle azioni  della  criminalità organizzata  e dei settori politici ed istituzionali che le tengono bordone e la sostengono.

Gente che non serve all’Associazione Caponnetto e che non porta alcun contributo ad un sodalizio ed  una causa  che hanno  bisogno di COMBATTENTI per assolvere ai  quei doveri morali e civili al servizio del bene della collettività e della GIUSTIZIA, che si é proposto  un’Associazione antimafia,quella riconoscibile attraverso il NOME  che ci siamo dati ,un NOME -CAPONNETTO- che é il nostro biglietto da visita ed il nostro distintivo di riconoscimento.

MAFIOSI E POLITICI CORROTTI,LORO  ALLEATI E CONSANGUINEI,HANNO CAPITO  L'” UTILITA” , PER I LORO SCOPI PERVERSI,DI POTERSI FREGIARE DI TALE  DISTINTIVO,MENTRE  MOLTA GENTE COMUNE ,CHE PUR PARLA DI LEGALITA’  E DI LOTTA ALLE MAFIE,NON RIESCE O NON VUOLE COMPRENDERLA .

Sta tutta qua   la superiorità  intellettuale,anche se perversa.  dei mafiosi ,lo strumento vitale che  schiude ad essi le porte  del POTERE assoluto e definitivo.

Essi,purtroppo,hanno   saputo comprendere  quello che   la gente  comune  non é riuscita a capire o,peggio, non vuole capire !!!!

E non é di certo tramite lo strumento politico che oggi la mafia può essere combattuta, con la speranza di batterla, in quanto é proprio la politica ,in senso lato,che la sostiene  e se ne serve e,pertanto,non é credibile.

Sono ormai  15 anni che l’Associazione Caponnetto esiste in Italia e ,nata nel Lazio come una realtà regionale,essa ha saputo trasformarsi in nazionale ,attestandosi con una  significativa  e qualificata presenza  ed attività in altre regioni  importanti del Paese come la Sicilia,la Campania  ed il Molise , con  un’  appendice  in qualche altra  area  sia del Sud che del Nord  del Paese.

Il sogno dei suoi fondatori é quello,prima  di dar luogo, il più presto possibile , ad  un giusto avvicendamento gestionale,di vederla presente e soprattutto attiva nelle aree  non ancora coperte.

Grazie a Dio ,in 15 anni di lavoro durissimo fatto senza risorse economiche  e grazie allo spirito di sacrificio  di pochi ,pochissimi  volenterosi che hanno sopportato enormi sacrifici , rischi  e costi di ogni genere,essa é stata  capace di selezionare una classe dirigente di altissimo profilo e di grandi capacità  morali ed intellettuali ,al punto  di sapersi conquistare  il rispetto  e l’ammirazione  in ambienti  alti  della magistratura  ,delle forze dell’ordine  e delle professioni  che non disdegnano di manifestarle,  anche pubblicamente  ,attraverso la partecipazione ai suoi convegni ,il loro plauso e la loro stima  nei suoi confronti,dal  Procuratore  Nazionale Antimafia ,ai Procuratori  di molte Direzioni Distrettuali Antimafia di punta  quali  quelle di Roma,Napoli  ed altre ancora  , sempre presenti come relatori ai suoi convegni insieme ad  esponenti della DIA e di altre forze dell’ordine.

Non a caso essa  può vantarsi di aver avuto come suoi Presidenti onorari  fino ad ieri  un Presidente di una Sezione della Suprema Corte di Cassazione  e da poco uno  dei più rinomati  Avvocati  d’Italia  che ha rappresentato le parti civili nei più grandi processi italiani,dal maxiprocesso di Palermo contro Cosa Nostra a quello Pecorelli contro Andreotti a Perugia e a tantissimi altri  ancora.

Le migliori menti italiane  nel settore della Giustizia  e nel mondo della legalità stimano ed amano  l’Associazione Caponnetto come questa  stima ed ama loro.

Questa é l’Associazione Caponnetto e questo  essa vuole essere sempre di più.

Ma,per essere all’altezza della situazione,essa  ha bisogno di  COMBATTENTI  e non di parolai,opportunisti,gente con un piede  di qua ed un altro di là,gente inattiva ,che vuole  e non vuole dare.

Gente che  vuole  utilizzare  il nome dell’Associazione Caponnetto  per altri scopi.

Il nostro nome é  pesante ed impegnativo e chi decide di  aderire  ed operare sotto la nostra bandiera  è  OBBLIGATO  ad esserne pienamente consapevole ed a comportarsi di conseguenza.

Non possiamo e non dobbiamo  infangare il NOME della PERSONA  ai cui valori  ci siamo ispirati  e vogliamo sempre più ispirarci.

All’Associazione Caponnetto si viene  per COMBATTERE LE MAFIE  ED I CORROTTI,non per chiacchierare o  per perseguire altre finalità che non ci interessano  e sono estranee ai nostri modelli di vita,di pensiero ed azione.

Punto.

Il tempo stringe,La mafia,già massicciamente  presente  ed attiva  in tutti gli interstizi del POTERE e la situazione drammatica  in cui si trova il Paese ,non consentono tentennamenti ,incertezze,pavidità,giochi sgradevoli  e sporchi  che sono sempre l’anticamera  di tradimenti e di ostacoli  tesiti con il fine di sabotarti..

L’Associazione Caponnetto  non ha bisogno ,per combatterli, di eserciti rumorosi  e  disordinati,fatti di gente raccogliticcia  e sempre pronta a disertare .Essa non  é per  l’installazione di bandierine  che cadono al primo vento,ma,al contrario,per la costruzione   di TRINCEE  che debbono essere  occupate da  COMBATTENTI  disponibili  e  determinati  ad assaltare il nemico.

Noi non siamo né vogliamo essere dei teatranti ,con tutto il rispetto che merita  questa  categoria,Noi siamo e vogliano essere  i figli ed i difensori dello Stato di diritto,della Democrazia,della Giustizia  e della solidarietà verso i deboli e le vittime dell’ingiustizia  e della violenza  mafiosa e  massonica.

Dobbiamo farlo  per il bene del Paese  e per quello ,soprattutto,dei nostri figli,dei nostri nipoti e per tutte le giovani generazioni ,costretti sempre più ad andare via dall’Italia  ,all’estero,per vivere  e  guadagnarsi il pane .

Dall’Italia stanno partendo per l’estero 50.000 ragazzi all’anno e tutto ciò per colpa nostra ,di noi tutti che non abbiamo saputo e voluto   combattere  per evitare che si verificasse questa immane tragedia.

L'”operazione tesseramento  2016 all’Associazione Caponnetto”,che oggi apriamo ,DEVE  servire appunto  a perseguire questi obiettivi,a creare,cioé,quelle TRINCEE,  dovunque sia possibile ed utile,di COMBATTENTI ,di persone  consapevoli,responsabili,serie,determinate ,oneste e che non hanno paura.

E che non coltivino altri interessi e non perseguano altri scopi.

Dobbiamo farlo  nell’interesse del Paese e delle giovani generazioni !

Iscrivetevi all’Associazione Caponnetto e costituite in ogni regione ,insieme ed intorno a voi  dove ancora non esista,la TRINCEA  di cui abbiamo parlato.

Solo così  si possono combattere  la mafia e la corruzione  in Italia.

 

 

LA SEGRETERIA DELL’ASSOCIAZIONE  A.CAPONNETTO

 

www.comitato-antimafia-lt.org

Archivi