E’ andato via da Latina Cristiano Tatarelli, Capo della Squadra Mobile. I nostri auguri a lui, ma anche le nostre preoccupazioni.

E’ andato via Cristiano Tatarelli, Capo della Squadra Mobile di Latina.

Partito per il corso di primo dirigente della Polizia di Stato.

Intanto, lo ringraziamo per quanto ha fatto in provincia di Frosinone prima ed in quella di Latina per ultimo.

E’ stato sostituito già da un nuovo Capo della Mobile al quale auguriamo buon lavoro e l’assicurazione che gli saremo vicini come lo siamo a tutte le forze dell’ordine che ci dicano di gradire il nostro aiuto.

Ad maiora, Cristiano.

Perdiamo nel basso Lazio una colonna della lotta ai mafiosi.

Senza voler sottovalutare le qualità del nuovo arrivato.

Ma Tatarelli aveva accumulato un’esperienza che, coniugata con l’essere egli un figlio di questo territorio, lo avevano a buon diritto qualificato come uno dei migliori investigatori che abbiano avuto negli anni le Questure di Frosinone e di Latina.

Siamo preoccupati sul serio perché le due Questure, soprattutto quella di Latina, erano diventate per noi dei veri e propri capisaldi nella lotta alle mafie.

Grazie a Dio, dopo la venuta a Latina del Colonnello Kalenda e del Maggiore Bruschi, anche la Guardia di Finanza pontina ha registrato un significativo salto di qualità di cui noi siamo lieti e riconoscenti.

Ma certo è che, con l’andata via di Tatarelli, abbiamo subito tutti una gravissima perdita.

Buon per lui, comunque, e per la sua carriera, che gli auguriamo la più brillante possibile.

Perché lo merita!

Buon lavoro, Cristiano ed ancora ad maiora!

Archivi