E’ allarme rosso. Il Governo intenderebbe chiudere nel Lazio i Tribunali di Civitavecchia, Tivoli, Velletri, Cassino e Gaeta. Un nostro appello ai partiti ed ai parlamentari ed un invito alla mobilitazione

Fra le misure anticrisi che il Governo è in procinto di adottare è prevista la soppressione di tutti i Tribunali non ubicati nei capoluoghi di provincia.

Se venisse adottato tale provvedimento salterebbero nel Lazio Tribunali importanti quali sono quelli di Civitavecchia, Velletri, Tivoli, Cassino, Gaeta.

Tribunali ubicati su territori fortemente infiltrati dalla criminalità piccola e grande, da quella comune a quella organizzata.

Altro che istituzione di nuovi presidi delle DDA, della DIA e quant’altro, come taluni vanno chiedendo con una superficialità ed un’impreparazione da brivido!

Ci rivolgiamo a tutte le segreterie nazionali e regionali di quei partiti politici – PD, IDV, FDS, SEL-, movimenti ed associazioni ed ai parlamentari che finora hanno dichiarato di aver a cuore le sorti del Lazio e, in particolare, del Basso ed Alto Lazio per chiedere un intervento corale ed unanime perché venga tenuta presente la specificità di una regione, come il Lazio, invasa dalle mafie e venga, di conseguenza, scongiurata una iattura che rappresenterebbe un regalo vero e proprio ai mafiosi.

Archivi