Durante il suo intervento al Convegno dell’Associazione Caponnetto il 30 ottobre u.s. il famoso oncologo ed attivista ambientalista Dr.Antonio Marfella ha dichiarato che sarebbero state presentate 35.000 denunce di cittadini della Terra dei Fuochi ad alcune Procure della Repubblica campane relativamente agli interramenti di tonnellate di sostanze nocive da parte della camorra,denunce di cui non si conosce la fine-Tale notizia – che ha destato profondo scalpore – va ad aggiungersi a quella ,ancor più sconvolgente ,della secretazione da parte del Ministro dell’Interno dell’epoca degli atti relativi alle dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone e di altri collaboratori di Giustizia sullo stesso argomento .L’Associazione Caponnetto ha chiesto alla Procura della Repubblica di Roma di aprire un’inchiesta sull’intera vicenda al fine di accertare eventuali violazioni di legge.

 

Associazione Nazionale  per la lotta contro le illegalità e le mafie 

“Antonino Caponnetto”

www.comitato-antimafia-lt.org                                 info@comitato-antimafia-lt.org

 

 

                                                                                    Tel.3470515527

 

                                                            14.11.2015

 

                                                        Al Signor Procuratore Capo

                                                         Procura della Repubblica

                                                                         ROMA

 

 

Ill.mo  Signor Procuratore,

durante il suo intervento  al Convegno organizzato da questa Associazione ,in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri e “La Voce delle Voci “,il 30 ottobre  u.s. a Giugliano  (Napoli),il famoso oncologo ed attivista ambientalista Dr.Antonio  Marfella  ha dichiarato che  35.000 persone avrebbero presentato denunce  alle Procure campane  in ordine a quanto stava avvenendo nella cosiddetta “Terra dei Fuochi”,denunce  delle quali non sarebbe nota la  fine .

Da informazioni  assunte  fra alcuni presenti  al Convegno sembra che le Procure interessate  siano state  3.

La notizia ,come era prevedibile,ha destato  notevole scalpore  in quanto,ove essa dovesse risultare fondata,andrebbe ad aggiungersi  all’altra,ancor più sconvolgente,della secretazione ,da parte  del Ministro dell’Interno dell’epoca , di tutti gli atti relativi  alle dichiarazioni fatte dal  pentito Carmine Schiavone e da altri collaboratori di Giustizia  relativamente ai  luoghi  in cui  la camorra ha interrato  tonnellate di sostanze velenose  determinando,così,la morte di  migliaia di persone.

Nell’allegare alla presente  un dvd riportante  le dichiarazioni  del Dr.Marfella,Le saremmo grati se volesse disporre  un’indagine  tendente ad accertare la fondatezza  di esse  e  ,in caso positivo,le  violazioni di leggi eventualmente compiute .

                                                              IL SEGRETARIO NAZIONALE 

                                                                Dr.Elvio Di Cesare

Allegato:DVD

Archivi