Dopo la sentenza del processo “Black Monay” del Tribunale di Vibo Valentia,sconcerto dell’Associazione Caponnetto che chiede l’intervento della Procura della Repubblica di Salerno e del Ministro della Giustizia con due esposti

Associazione Nazionale  per la lotta contro le illegalità e le mafie 

“Antonino Caponnetto”

“Altro” ed “Alto”

www.comitato-antimafia-lt.org                                 info@comitato-antimafia-lt.org

                                                                                   ass.caponnetto@pec.it

 

                                                                                    Tel. 3470515527

 

 

                                                                

 

COMUNICATO   STAMPA          

 

 

 

 

Grande sconcerto dell’Associazione Caponnetto per la sentenza emessa dal Tribunale di Vibo Valentia nel processo  “Black money”.Intervengano Procura Generale e Ministero della Giustizia

 

 

 

PROCESSO “BLACK MONEY”  A VIBO VALENTIA

GIURIA RIUNITA IN UN ALBERGO  E NON NELLE  STANZE DEL TRIBUNALE

COMMINATI  ,DEI 219  ANNI DI CARCERE RICHIESTI ,SOLAMENTE POCO PIU’ DI UNA QUARANTINA.

EPPURE STIAMO PARLANDO DI SOGGETTI LEGATI AI MANCUSO,UNA DELLE NDRINE PIU’ PERICOLOSE  NEL MONDO.

SCONFESSATI NELLA SOSTANZA  IL PM MANZINI,UNO DEI MAGISTRATI PIU’ SERI D’ITALIA E I TESTIMONI DI GIUSTIZIA  FRANCESCA FRANZE’ ,GIUSEPPE GRASSO,SALVATORE BARBAGALLO ( I PRIMI DUE ,OLTRE CHE TESTIMONI ,ANCHE PARTI CIVILI) ED ANNI DI LAVORO ANDATI IN FUMO.

LO SCONCERTO DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO CHE CHIEDE,ALLA STREGUA DI ALTRE ASSOCIAZIONI,L’INTERVENTO DELLA PROCURA GENERALE  E DEL MINISTRO ORLANDO.

NON TROVIAMO ALTRA PAROLA OLTRE CHE:

 

SCONCERTO !!!!!!!!!!!!

 La Segreteria Nazionale

 

 

 

 

L’Associazione Caponnetto ha inviato  al riguardo due esposti:

-il primo alla Procura della Repubblica di Salerno competente a giudicare sulle Procure della Calabria;

-il secondo  al Ministro della Giustizia.

Archivi