Dopo la proposta di legge presentata da un Senatore del PDL tesa ad ottenere il dimezzamento delle pene per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, ritiriamo la nostra richiesta di incontrare, fra gli altri, anche il Gruppo Parlamentare del PDL per prospettare alcune nostre proposte per rendere efficace la lotta alla corruzione ed alle mafie. Finora, comunque, ha risposto solo il Gruppo Parlamentare del M5S che incontreremo domani.

COMUNICATO
L’Associazione Caponnetto ci ha sempre tenuto a marcare la sua più piena autonomia da ogni partito politico.
E, ciò, anche in considerazione del fatto che è proprio la” politica”, la politica di questa partitocrazia, la maggiore responsabile dell’affermazione delle mafie e della corruzione nel nostro Paese.
Comunque, ad evitare strumentalizzazioni ad opera di idioti che non mancano mai, dopo le recenti elezioni politiche noi abbiamo deciso di inviare a tutti i Gruppi Parlamentari, nessuno escluso, una richiesta di incontro per prospettare alcune nostre proposte tendenti a rendere più efficace la lotta contro la corruzione e le mafie.
Nessun Gruppo, ad eccezione di quello del M5S che incontreremo domani, ha finora risposto.
Ad ogni buon conto, ci teniamo a precisare che, dopo la presentazione di una proposta di legge da parte di un Senatore del PDL che chiede il dimezzamento delle pene per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, riteniamo opportuno precisare di non voler più incontrare i rappresentanti di tale partito.
Pertanto riteniamo nulla la nostra richiesta rivolta al PDL, mentre restano valide tutte le altre, alle quali, però, non è stato dato ancora alcun riscontro.

Archivi