Dipendente Formia Rifiuti Zero controlla la differenziata, ma viene aggredito da Esposito

Dipendente Formia Rifiuti Zero controlla la differenziata, ma viene aggredito da Esposito

Martedì 19 luglio 2016

Violenta aggressione ai danni del personale della Formia Rifiuti Zero sul lungomare di Gianola a Formia nella serata di oggi. Ad aggredire i due dipendenti del servizio di raccolta rifiuti del Comune di Formia è stato Massimiliano Esposito – pregiudicato – appartenente all’omonima famiglia legata alla criminalità organizzata campana.

I due netturbini stavano fotografando l’immondizia gettata da Esposito nei pressi del punto di raccolta di un domicilio vicino al lido del Golfo sul lungomare Città di Ferrara a Gianola. Ma quando questi sì è accorto della fotografia scattata si è scagliato contro uno dei dipendenti della Frz. Immediatamente sono poi arrivati il padre (già protagonista di un’altra rissa in pieno centro nel giugno 2013) e il fratello dell’uomo.

Sul posto è intervenuta una pattuglia del commissariato di polizia di Formia. L’uomo aggredito ha dovuto ricevere le cure pronto soccorso dell’ospedale di Formia. E poi sporgere denuncia nei confronti del suo aggressore.

fonte:www.h24notizie.com

NOTA ASSOCIAZIONE CAPONNETTO.
UN ENNESIMO EPISODIO,QUESTO,CHE EVIDENZIA QUANTO SIA GRAVE LA SITUAZIONE  NEL SUD PONTINO.L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO .NEL CONDANNARE FERMAMENTE  QUESTO ATTO DI VIOLENZA  AI DANNI DI LAVORATORI CHE STAVANO FACENDO IL LORO DOVERE ED ESPRIMENDO A QUESTI  I SENSI DI  VICINANZA E DI FRATERNA  SOLIDARIETA’,CHIEDE ANCORA UNA VOLTA  AL CAPO DELLA POLIZIA GABRIELLI ED AL MINISTERO DELL’INTERNO DI  VELOCIZZARE  LA DECISIONE DI POTENZIARE IL COMMISSARIATO DI FORMIA PER RENDERLO PIU’ ADEGUATO  A COMBATTERE LA  CRIMINALITA’ MAFIOSA E COMUNE SU UN TERRITORIO  VASTISSIMO  CHE SI ESTENDE DA TERRACINA-FONDI FINO AL CONFINE DELLA CAMPANIA  E CHE E’ DEVASTATO DA UNA ASFISSIANTE PRESENZA CAMORRISTICA E MAFIOSA.
I RIPETUTI EPISODI DI ATTENTATI,DI SPARI,DI INCENDI ,DI AGGRESSIONI AI DANNI DI IMPRENDITORI NELL’AREA DI CASTELFORTE-SS.COMA E DAMIANO E MINTURNO-SCAURI,AI QUALI SI AGGIUNGONO QUELLI NELLA CITTA’ DI FORMIA COME IN QUESTO CASO,STANNO A DIMOSTRARE COME SI SIA RAGGIUNTO  IL VERTICE DELL’INVIVIBILITA’ CIVILE E DEMOCRATICA .
LO STATO NON PUO’ CONTINUARE A RESTARE INERTE A GUARDARE  SENZA ADOTTARE  I PROVVEDIMENTI NECESSARI PER RECUPERARE SPAZI DI VIVIBILITA’.
LA PRESENZA DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO L’ALTRA SERA ALL’INAUGURAZIONE DELLO SPORTELLO DEL CITTADINO  DEL M5S A SS.COSMA E DAMIANO VA LETTA E INTERPRETATA COME UN MESSAGGIO ED UN INVITO ALLO  STATO  A FAR PRESTO IN QUESTA DIREZIONE.

 
Archivi