Dichiarazioni alla stampa dei sindaci di Anzio e Nettuno

13 novembre 2004

COMUNICATO STAMPA

Sconcertanti appaiono – se ben riportate – le dichiarazioni alla stampa dei sindaci di Anzio e Nettuno, secondo i quali “non ci sono rapporti con la mafia; non ci sono legami ed interferenze con la politica”
Nessuno, dall’amico Levantini ad altri, sostiene che i predetti amministratori siano mafiosi, anche se ci sono sempre responsabilità oggettive delle istituzioni quando i clan si insediano su un territorio: se non altro per un’insufficiente vigilanza o per un’inadeguata azione di contrasto
A parte queste considerazioni, c’è da dire anche che, in talune recenti interrogazioni di parlamentari sul problema delle infiltrazioni mafiose nel litorale di Anzio e Nettuno, abbiamo letto riferimenti a fatti e persone su cui è necessario far luce.
Ragioni di prudenza, quindi, avrebbero dovuto convincere i due Sindaci dell’inopportunità di qualsiasi pronunciamento, in attesa che DIA, DNA, DDA e Procura della Repubblica di Velletri facciano chiarezza sul contenuto di quelle interrogazioni.
In collaborazione con l’amico Edoardo Levantini, coordinatore del comitato Antimafia Anzio-Nettuno, stiamo comunque continuando a seguire l’intera vicenda con la massima attenzione.

La Segreteria

Archivi